Home / BLOG / Il Salento in bicicletta

Il Salento in bicicletta

Cari amici ciclisti, vogliamo condividere con voi l’esperienza della nostra prima ciclovacanza e, magari, convincervi a provare questa esperienza, il Salento Coast to Coast, in bicicletta.

Per dei piemontesi pedalare con il mare a fianco è un sogno, se poi il mare è quello del Salento il sogno diventa meraviglia. Come meta abbiamo scelto il Salento all’inizio di ottobre.

La scelta si è rivelata molto saggia. Il clima era perfetto, mai troppo caldo, ventoso il giusto ed abbiamo preso poche gocce di pioggia l’ultimo giorno di viaggio.

Noi siamo ciclisti “lenti”, quello che ci piace è godere di ciò che ci circonda. Abitando in Piemonte affrontiamo salite ma in modo non competitivo. Nelle gambe abbiamo 50/70 km in un giorno. Per questa prima ciclovacanza abbiamo scelto di appoggiarci ad una agenzia di viaggi locale, gli amici di ”Puglia Cycle Tours” specializzata in vacanze in bicicletta.

Considerate le restrizioni Covid quest’anno non hanno organizzato tour di gruppo. L’agenzia quindi ci ha garantito il noleggio bici, due Specialized Roubaix, le tracce dei diversi percorsi su Garmin, le prenotazioni degli alberghi ed il trasporto dei bagagli tra i diversi alberghi, l’assistenza in caso di problemi (meccanici, metereologici, etc.).

Il viaggio è durato 5 giorni, ogni giorno abbiamo pedalato tra i 55 ed i 70 km.

Abbiamo soggiornato la notte prima di partire a Lecce in un piacevolissimo albergo nel centro storico.

I giorno Lecce – Otranto

Finalmente è iniziato il nostro tour, abbiamo raggiunto Otranto transitando dall’antico bordo di Acaya. Il percorso si è svolto su strade secondarie o sentieri attraverso uliveti (purtroppo molti intaccati dalla Xylella), muretti a secco e fichi d’india. Nel pomeriggio abbiamo raggiunto i laghi Alimini che sono una verde riserva naturale a nord di Otranto. Finalmente abbiamo toccato il mare a Torre dell’Orso ed ammirato la Grotta della Poesia ed infine, davanti a noi, è apparsa la bellissima città di Otranto. Emozione allo stato puro.

II giorno Otranto loop

Il secondo giorno loop intorno ad Otranto, ancora ulivi ed affascinanti  paesini costruiti con la pietra di Lecce che assume colori diversi ad ogni ora del giorno. Siamo transitati da Melpignano dove si tiene la serata finale della festa della Taranta, da Corigliano d’Otranto sede di uno splendido castello medievale dove si svolgono molte iniziative e davanti al quale abbiamo gustato uno dei più buoni caffè leccesi (Caffè con ghiaccio e latte di mandorla) ed infine Maglie (grosso centro, patria di Aldo Moro, sede di un antico pastificio che utilizza solo grano locale) e nuovamente siamo discesi sulla magnifica Otranto in tempo per un buon aperitivo nelle strette stradine.

III giorno Otranto – Leuca

La mattina successiva partenza per Leuca dopo aver visitato il lago di Bauxite di Otranto, uno spettacolo di colori: rosso della terra, verde del lago, azzurro del mare a pochi metri. Questa tappa si svolge tutta sulla litoranea. Si pedala in alto sulla litoranea con il mare a sinistra ammirando magnifiche insenature come Porto Badisco e il Ciolo, si transita da Santa Cesarea Terme con il palazzo delle terme in stile moresco. Il paesaggio è punteggiato da torri di avvistamento.

Questo è l’unico tratto con qualche salita ma di modesta entità e subito seguite da piacevolissime discese tra i profumi della macchia mediterranea. Visto che è ottobre ci sono pochissime auto.

L’arrivo a Leuca comunque ripaga della fatica. E’ difficile distinguere l’incontro tra i due mari ma il sole che tramonta su punta Riscolo è indimenticabile.

Una nota sul BB dove abbiamo dormito ma, soprattutto fatto una colazione eccezionale solo con prodotti locali splendidamente spiegati dalla gentilissima proprietaria

IV giorno Leuca – Gallipoli

Il giorno successivo lasciamo Leuca per Gallipoli, abbiamo sempre il mare a sinistra, non più scogli ma spiagge sabbiose. La definizione “Maldive del Salento” è assolutamente azzeccata. Arrivando a Gallipoli si attraversa un parco naturale chiamato…..

Gallipoli a ottobre è tranquilla, bella, accogliente e si mangia del pesce buonissimo…

V giorno Gallipoli – Lecce

Ultimo giorno: da Gallipoli a Lecce. Ancora ulivi, paesi bianchi, silenzio. Da non perdere Galatina per il centro storico e soprattutto la splendida cattedrale di Santa Caterina i cui affreschi bizantini sono splendidamente conservati.

E nel pomeriggio arriviamo a Lecce con negli occhi immagini meravigliose, nella mente odori e sapori indimenticabili.

Il bilancio dell’esperienza è positivo, ogni giorno siamo partiti verso le 10.00 ed arrivati verso le 17.00 pedalando con tutta calma e con numerose soste. Abbiamo mangiato bene e dormito in bei posti.

Come prima esperienza non potevamo chiedere di meglio… che dite vi abbiamo fatto venir voglia di provare?!  Viva il Salento e viva la bicicletta!!!

Antonella Milo

Commenti

Blogger: Ri-Ciclistica Settimese

Ri-Ciclistica Settimese
Ciclospazio

Leggi anche

BORGARO. Ponchione vince “I Protagonisti”

Il libro “Una vita controsenso”, scritto dal borgarese Giuseppe Ponchione, noto amministratore comunale – “in …

Ferruccio Valzano e Lisa Sella

UISP. Valzano rieletto all’unanimità alla guida del Comitato Territoriale Ciriè Settimo Chiivasso

Sabato 28 novembre si è svolto online il Congresso Territoriale del Comitato UISP di Ciriè …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *