Home / Torino e Provincia / Brandizzo / Il Consiglio comunale si scalda sui dehors
Buscaglia
Il sindaco Roberto Buscaglia

Il Consiglio comunale si scalda sui dehors

Nel Consiglio comunale di lunedì scorso sono stati trattati e approvati gli argomenti riguardanti lo stato di attuazione dei programmi e l’attestazione sulla permanenza degli equilibri di bilancio e la convenzione per il servizio tesoreria. Ma il punto che ha un po’ movimentato l’interesse generale riguarda la modifica apportata al regolamento per l’occupazione di spazi e aree pubbliche. Tale modifica si è resa necessaria per evitare un’interpretazione distorta del citato regolamento, conseguente alla richiesta di un cittadino per ottenere il permesso a occupare la Piazza Vittorio Veneto, cioè la piazza della Chiesa di San Giacomo, nella quale è già presente un dehor.

Sulla questione il consigliere Giuseppe Deluca ha subito richiesto il ritiro della norma poiché essa avrebbe valenza retroattiva e diventerebbe un atto improprio e illegittimo, da sottoporre al giudizio della Procura della Repubblica. Il sindaco Roberto Buscaglia ha argomentato che quando nel 2011 fu affrontato il problema, l’intero Consiglio comunale accettò, anche su sollecitazione delle forze di centrosinistra, che nella citata piazza ci dovesse essere un solo dehor. La ragione di tale limitazione era per salvaguardare il decoro della piazza e per evitare problemi logistici in occasione di manifestazioni, quali i funerali. Purtroppo il testo del regolamento allora redatto può prestarsi a erronee interpretazioni, ma la volontà espressa dal Consiglio comunale, in epoca in cui non c’erano gli interessi di oggi, era chiara e univoca e prevedeva un unico dehor.

Il consigliere Rocco Picuccio ha così proposto l’apposizione di una nota interpretativa del punto controverso, nota che come in seguito precisato avrebbe comunque una valenza di una modifica al regolamento. Il consigliere Deluca ha riconfermato la propria contrarietà alla trattazione del punto e appellandosi al testo letterale della norma, ha confermato l’invio della pratica alla Procura della Repubblica.

Nell’intervento finale l’assessore Irma Pagliero ha riposto l’accento sulla salvaguardia dell’interesse generale alla base dell’unanime deliberazione del Consiglio comunale del 2011 ed ha precisato che la decorrenza retroattiva della modifica è conseguente a un disposto di legge. La proposta di modifica è stata approvata da tutti i presenti con l’eccezione dei tre consiglieri del gruppo dei Moderati di Giuseppe Deluca, recentemente diventato Alternativa Civica.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

Ospedale Ivrea

Scusate l’assenza… giustificata!

Cari amici, forse qualcuno avrà notato che, dall’ultimo report sulle Cerimonie in Valchiusella (14 ottobre), …

Tampone

A Ivrea, oggi, code chilometriche per il tampone…

“Mentre i politici di Lega e Forza Italia si azzuffano sul nuovo ospedale del Canavese, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *