Home / BLOG / I fiori!

I fiori!

I fiori!
I fiori in alcune sequenze cinematografiche sanno essere dei protagonisti indiscussi. Se partiamo dal grande regista Alfred Hitchcock e prima ancora da Cukor, molti sono i fiori che sono stati i protagonisti del destino dei personaggi. In Angoscia o Gas Light, la protagonista interpretata dalla mitica Bergman, sposa suo marito, di cui conosce solo da una settimana, i fiori sono i veri protagonisti di sottofondo, la nonna anziana con la scusa degli asfodeli e dei tulipani scopre il mistero che avvolge il marito di lei. Nero Woolf amante delle orchidee, attraverso loro scopre sempre l’assassino e la perversione che si cela dietro al suo agire, lo stesso Poirot, vive in sintonia con i fiori tanto che attraverso la campagna e i suoi fasti riesce a scoprire più assassini. Con Alfred Hitchcock, Madelaine, nel noto film Vertigo, si immedesima nel ritratto della presunta antenata, il ritratto della donna spagnola ha un bouquet di fiori, lei si sublima in essa il ritratto fa da padrone e trasmette nella donna il suo desiderio di acquistare lo stesso bouquet, per non parlare poi del noto film Marnie, dove il color rosso delle rose baccara, suscita nella protagonista la paura della violenza repressa che sua mamma subì e lei bimba inerme non riuscì a comprendere. Per poi giungere ai vari messaggi d’amore e di odio legati ai fiori come le celebri rose del mitico film L’Età dell’innocenza, dove Martin Scorsese, apre la sigla con una rosa gialla e con un seguirsi di fiori che per magia aprono i loro petali al destino dei due protagonisti che la scrittrice Edith Wharton ha saputo nella seconda metà dell’ottocento mettere in luce ed infine il mitico film Quel che resta del giorno…
Favria, 14.05.2019 Giorgio Cortese

I fiori sembra che hanno una espressione come il viso di noi umani. Alcuni sembrano sorridere, oppure un’espressione triste, pensierosi e diffidenti ed altri sono semplici, onesti e retti, come il girasole dalla grande faccia e la malvarosa.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

IVREA. Lettera ai consiglieri di maggioranza

Cari colleghi, ricorderete certamente il periodo della campagna elettorale quando la vostra compagine si proponeva …

IVREA. Se dovevan esser rose non sono fiorite…

Nel vuoto pneumatico che sta caratterizzando da tempo la vita amministrativa della Città diventa complicato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *