Home / Torino e Provincia / Burolo / I cittadini raccolgono fondi per la chiesa

I cittadini raccolgono fondi per la chiesa

Grazie alla solidarietà di tanti il tetto del campanile della chiesa di Santa Maria Maddalena è stato risistemato. L’opera è costata 7 mila e circa 2 mila e 500 sono arrivati attraverso la solidarietà dei cittadini. Una parte ce li metterà l’amministrazione comunale, ma non bastano a coprire il tutto. Nei giorni scorsi il sindaco Roberto Cominetto è così tornato alla carica con una lettera aperta. Il rifacimento del tetto (che adesso è nuovamente in lose vecchie, com’era effettivamente in origine) era un’opera necessaria in quanto, nel tempo si era logorato ed era divenuto pericoloso.

L’amministrazione comunale si era assunta l’onere della riqualificazione nonostante l’edificio fosse di proprietà della Curia. Il progetto, dichiarato d’urgenza dalla Sovrintendenza alla Belle Arti, è stato curata dall’architetto Alessandro Gastaldo Brac di Chiaverano e dalla Edil Scavi di Scaglia Rat sempre di Chiaverano. L’idea era partita da alcuni abitanti della Maddalena e in particolare del consigliere Roberto Menaldo. La chiesa di Santa Maria Maddalena sorge lungo il percorso della via Francigena e risale al periodo romanico. Al suo interno si possono ammirare un affresco del 1500 di Domenico della Marca d’Ancona (pittore piemontese, attivo in tutto il Canavese durante il XV secolo), un crocifisso dello stesso periodo e una tela del primo Seicento raffigurante la Maddalena, che potrebbe esser riconducibile al bresciano Antonino Parentani.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

GROSCAVALLO. CAI al lavoro per il ripristino del sentiero 309

Domenica 14 luglio ventidue volontari dei CAI Torino, CAI Lanzo, CAI Venaria e CAI UGET …

MEZZENILE-BALME. Il Bivacco Gandolfo intitolato anche a Franco Giuliano

È stato intitolato anche all’alpinista di Mezzenile Franco Giuliano, che ha perso la vita nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *