Home / Torino e Provincia / Germagnano / GERMAGNANO-LANZO-VIÙ. Festa grande per il Giro, ma la Rai snobba le Valli
Addobbi per il Giro d'Italia

GERMAGNANO-LANZO-VIÙ. Festa grande per il Giro, ma la Rai snobba le Valli

Applausi, solo tanti applausi. Superata con grande stile la sfida “Giro d’Italia”, una grande festa di sport per le Valli di Lanzo. Da Germagnano a Lanzo fino a Viù: l’unione che fa la forza, un cammino a tinte rosa, il coinvolgimento delle associazioni e della popolazione. Un grande lavoro portato avanti dalle amministrazioni comunali che, quando si tirano su le maniche, riescono a dare veramente lustro alle Valli nella sua interezza. Chi le ha visitate, nei giorni storici del passaggio del Giro, è rimasto a bocca aperta. Uno spettacolo di addobbi, cartelli, striscioni, biciclette verniciate, cappellini e magliette. Tutto in rosa, come da rigorosa tradizione della corsa ciclistica. E c’è già chi ha chiesto di lasciare le Valli così come sono ora, almeno per qualche tempo, magari qualche settimana, per dare la possibilità a visitatori occassionali e turisti  tutti nuovi di rifarsi gli occhi. Nessuno, peraltro, ha il coraggio di ritirare gli addobbi. Eppure, nonostante la gioia, c’è anche tanta amarezza…

Il motivo? Le bellezze delle Valli non sono finite sui canali della Rai che hanno trasmesso la tappa Venaria-Bardonecchia. Solo alcuni sprazzi dell’avvio della corsa dalla Reale, poi nulla fino al Colle del Lys. Insomma le nostre bellezze le abbiamo potute vedere solo noi. Tanto basta per potercene vantare, per essere orgogliosi del lavoro fatto, dell’impegno profuso. Ma la delusione per il disinteresse della Rai è forte. Il sindaco di Lanzo Tina Assalto sta anche valutando di spedire una lettera…

È stata una grande festa, l’accoglienza è andata bene, la gente e la comunità hanno partecipato in massa – ci dice -. Ma siamo stati assolutamente ignorati dalla Rai. Siamo contenti per il passaggio del Giro ma ci è spiaciuta questa mancanza di attenzione. La gente è amareggiata e scontenta. Qui a Lanzo avevamo il maxi schermo e siamo stati tutti il giorno ad aspettare le immagini delle nostre Valli, che non sono mai arrivate. Sono molto fiera della reazione, del calore e della partecipazione che hanno saputo mettere in campo i nostri Comuni, ma proviamo sconforto a vedere ancora una volta che le Valli sono regolarmente ignorate”.

Un po’ di amarezza anche nel post su Facebook del primo cittadino di Viù, Daniela Majrano. Ma anche tanto orgoglio… “A nome dell’Amministrazione che rappresento e mio personale, rivolgo un grande grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la splendida esperienza odierna – ha scritto -. Al di là dell’assenza della Rai, al di là delle piccole inevitabili difficoltà che un evento di questo genere comporta, tutti ci hanno messo del loro in impegno, fatica, creatività e disponibilità. Per l’Unione Montana, che ci è stata molto vicina, e per Viù è un risultato eccezionale. Una realtà piccola come la nostra ha motivo di esserne fiera. Siete stati tutti straordinari”.

Fiera del lavoro fatto anche Mirella Mantini, sindaco di Germagnano.  “Cari Concittadini, Associazioni, Volontari e Commercianti, avete festeggiato il 101^ giro ciclistico d’Italia con impegno e accoglienza – ha postato su Facebbok -. La vostra solidarietà, la vostra prontezza nell’impegnarsi con dedizione in uno slancio generoso di amore per il Nostro Paese mi rende orgogliosa di essere una di Voi, di appartenere ad una popolazione decisa e costruttiva. La Vostra disponibilità mi emoziona e mi sprona ogni giorno di più a dare il meglio per una popolazione così meravigliosa”.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

IVREA. Il tribunale ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo

Il Tribunale di Ivrea oggi ha respinto il ricorso di Chiara Tinuzzo, la mamma delle …

olivetti

IVREA. Mediobanca apre gli archivi… Ecco la storia del salvataggio Olivetti

Mediobanca apre l’archivio storico intitolato a Vincenzo Maranghi dove sono consultabili i documenti dei primi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *