Home / BLOG / Fratelli….

Fratelli….

Fratelli….
Il 2 giugno, non è un giorno di festa qualsiasi, ma è la Festa della nostra amata e bistrattata Repubblica. Se penso al due giugno non posso non ricordare subito le prime parole del nostro inno, carico di tanti significati: “Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta…” A livello nazionale i divieti di assembramento e le norme sul distanziamento rendono impossibile le tradizionali manifestazioni. Ma anche se non saremo nelle piazze o a sfilare il due Giugno deve rappresentare la Rinascita della nostra Patria provata dalla pandemia. Ecco la parola da fare nostra, Rinascita che è ciò a cui dovremmo ambire tutti in questo momento di difficoltà. Quando ci troviamo di fronte alle difficoltà della vita qualcuno si sofferma su un presente e senza tempo, immaginando che il qui e ora sia per sempre. E per forza che si insinua il germe della disperazione. Se invece si distende lo sguardo nel tempo e capisce che qualunque difficoltà prima o poi ha fine e dell’eterno cambiamento siamo beneficiari e vittime tutti, sia nelle cose belle che in quelle brutte. Per vedere positivo, basta aprire gli occhi e osservare la natura. Tetra e grigia nei mesi invernali ma adesso è ora di voltare la pagina e lasciar arrivare dopo la Primavera in clausura la promessa d’Estate. Al 2 giugno invito tutti ad alzare gli occhi all’orizzonte del futuro che si srotola davanti a noi. Coraggio concittadini dal buio della notte più fonda non bisogna disperare ma ricordare la luce che c’era e che ritornerà. E allora proiettiamoci gioia sull’alba che verrà. Perché tutto è un’eterna rinascita. E allora “stringiamoci a coorte”…torniamo a raccoglierci in “un’unica Bandiera, una speme: di fonderci insieme”. Ricordiamoci al due Giugno che i momenti più belli della vita sono quelli quando siamo uniti insieme, solo allora formiamo un percorso dove non sono i numeri ma l’unità per noi italiani la nostra grande forza. Buona festa della Repubblica, solo uniti nelle nostre diversità noi resistiamo e progrediamo, divisi noi cadiamo! W l’Italia!
Favria. 2 giugno Giorgio Cortese

La vita è un riflesso di quello che sono, quello che sono diventato, è uno specchio del mio vissuto e che mi serve per riflettere.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

SCIOLZE. Cagno: “Opposizione troppo accomodante: mi dimetto!”

Dopo più di un anno dal primo insediamento nel nuovo consiglio comunale, la consigliera di minoranza …

Caro Babbo Natale…

Caro Babbo Natale, come tutti gli anni si sta avvicinando il Santo Natale, spero che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *