Home / Dai Comuni / FORNO CANAVESE. “Rebecca ha bisogno di cure”, nuovo appello della mamma
Emergenza coronavirus

FORNO CANAVESE. “Rebecca ha bisogno di cure”, nuovo appello della mamma

Non ha ancora ottenuto le cure all’estero di cui ha bisogno Rebecca, la 14enne di Forno Canavese bloccata in Italia dall’emergenza coronavirus.

Ringrazio tutti per l’impegno nel supportarci – dice Alessia Uifuzzi, mamma della giovane – il ministero degli Esteri ci ha confermato che Rebecca può raggiungere la Germania o la Svizzera, i due paesi europei in cui è possibile effettuare le cure ma sia la struttura di Friburgo sia quella di Berna, impegnate nella gestione dell’emergenza coronavirus, non hanno voluto prendere in carico il nostro caso, dichiarandolo erroneamente differibile nel tempo”.

L’Asl To4, tramite il responsabile della neuropsichiatria infantile, ha confermato che la 14enne ha bisogno di cure urgenti, da concretizzare entro fine mese. “Continueremo a portare su tutti i tavoli possibili il suo caso e le sue cartelle cliniche – fa sapere il consigliere regionale Andrea Cane, vicepresidente della commissione Sanità della Regione Piemonte – fino a che qualcuno non risponderà con una data certa”. Rebecca è costretta a letto perché affetta da due rare patologie:  la malformazione di Chiari e l’ipotensione liquorale. La prima è stata risolta chirurgicamente dopo ben otto interventi. Per la seconda lo scorso 9 marzo la 14enne avrebbe dovuto sottoporsi a una visita all’ospedale Uniklinik di Friburgo, per una diagnostica mirata che, in Italia, al momento non è possibile effettuare. L’appello della famiglia era stato rilanciato anche dal leader della Lega Matteo Salvini e dalla numero uno di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Il leader del Carroccio aveva pubblicato su Facebook un post per sensibilizzare sulla vicenda, condividendo l’articolo pubblicato sul sito de La Voce: «Rebecca, 14enne di Forno Canavese, soffre di gravi patologie curabili solo all’estero, in Germania, ma l’emergenza Coronavirus blocca tutto. In Regione Piemonte la Lega si è subito attivata, non solo facendo effettuare le analisi che certificassero la necessità di un intervento immediato, ma portando il caso all’attenzione del governo. Ho sentito anche mamma Alessia poco fa, forza che ce la facciamo! Un grande abbraccio».

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Confindustria Canavese: “Decreto Rilancio? E’ insufficiente”

Confindustria Canavese giudica insufficienti i provvedimenti del Governo per le imprese previsti dal Decreto Rilancio. …

Foglizzo, Castello dei Biandrate

FOGLIZZO. Castelli Aperti: domenica 31 maggio si riparte da qui

Visite guidate nel pomeriggio con partenza alle ore 15, 16 e 17 a gruppi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *