Home / BLOG / FIANO. Sbloccati 600mila euro per i lavori a cimitero e caserma!

FIANO. Sbloccati 600mila euro per i lavori a cimitero e caserma!

Il sindaco Luca Casale gongola allegro e non potrebbe essere altrimenti.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che riguarda la concessione degli spazi finanziari agli enti locali. In poche parole, lo sblocco delle risorse vincolate a bilancio per interventi sul territorio. Ebbene Fiano potrà spendere la somma – impressionante di questi tempi –  di 600mila euro.

Abbiamo fatto la richiesta degli spazi finanziari rispettando le tempistiche previste dalla legge di bilancio – spiega il primo cittadino -. Abbiamo chiesto 600mila euro e ci sono stati assegnati. Con questi soldi andremo a finanziare l’intervento di ampliamento del cimitero e l’intervento sulla caserma”. Per quanto riguarda il primo progetto, il costo totale è di 365mila euro. L’ampliamento prevede la realizzazione di 128 nuovi loculi e la riqualificazione della pavimentazione dei vialetti.

E poi c’è la caserma. “Tempo fa – prosegue Casaleabbiamo fatto fare uno studio di vulnerabilità sismica, obbligatorio per tutti gli edifici sensibili e strategici. Dallo studio sono emerse alcune criticità dal punto di vista strutturale, legati al rispetto della normativa antisismica. Certo, qui il rischio di terremoti è praticamente nullo, ma non vogliamo rischiare”. L’Amministrazione ha studiato un progetto in due lotti. Il primo, del costo di 235mila euro, riguarda appunto la messa a norma antisismica della struttura, con il rifacimento completo della copertura e tutta una serie di interventi.

Il secondo invece, del costo di 220mila euro, legato all’efficientamento energetico.

Se inizialmente con gli spazi finanziari l’Amministrazione intendeva partire con il primo lotto, la situazione è cambiata a fine gennaio. “Il 29 – spiega il primo cittadino – è stato pubblicato un bando nazionale per la messa in sicurezza del territorio, con uno stanziamento a fondo perduto di 150 milioni di euro”.

E quindi? E quindi il Comune proverà a farsi finanziare il primo lotto dei lavori, per utilizzare così i restanti soldi degli spazi finanziari per realizzare anche l’efficientamento energetico. Due piccioni con una fava. “Riusciremmo a portare a compimento l’intervento nella sua totalità – ipotizza Casale -. Non dovessimo invece riuscire ad attingere fondi dal bando, torneremmo indietro sui nostri passi e utilizzeremo gli spazi finanziari per il primo lotto dell’adeguamento strutturale antisismico. Ci si è aperta questa possibilità e abbiamo deciso di provarci”.

Entro la fine di marzo il Comune di Fiano avrà una risposta. “Così – conclude il sindaco – sapremo quali saranno le nostre sorti per intervenire sul fabbricato”.

E le tempistiche? Per quanto riguarda i lavori, il Comune dovrà passare dalla Centrale Unica di Committenza, essendo l’appalto superiore alla cifra di 100mila euro. Sarà poi la stessa Cuc a gestire tutta la procedura fino all’assegnazione dei lavori. Mentre per quanto riguarda la caserma, bisognerà aspettare gli esiti del bando.  Casale, intanto, incrocia le dita.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

alberto avetta

CANAVESE. Città metropolitana approva il piano dei lavori sulle strade

La Città Metropolitana di Torino ha votato all’unanimità la variazione al Documento unico di Programmazione …

VALPERGA. Compie 109 anni Franco Boggio, tifoso Torino più longevo

Ha attraversato due guerre mondiali, perdendo il padre nella prima e finendo prigioniero a El …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *