Home / BLOG / Fiabe e metafore!

Fiabe e metafore!

Fiabe e metafore!
Molto spesso nelle favole, viene usata una particolare forma di comunicazione, che supera il significato delle parole e si pone e si propone, invece, con una modalità basata sulla evocazione di immagini mentali e sull’effetto che producono, mettendole assieme. Le immagini che vengono scelte per il loro valore simbolico, al fine di creare un’originale associazione di idee e magari indurre una riflessione, basata sulle emozioni che sono state suscitate. Se prendo un dizionario la parola metafora, leggo che si intende la sostituzione di un termine con un altro, apparentemente improprio, ma che, invece, ne rafforza le caratteristiche. In altre parole si fa uso della figura retorica, della metafora, all’interno di una strategia narrativa, che mira non tanto a definire esattamente le cose, ma piuttosto a stimolare le emozioni e l’immaginazione e guidarle verso una interpretazione “parallela” e creativa. Dunque la metafora è alla base di tutti quei racconti ed espressioni che utilizzando similitudini, analogie e simboli. Questo parlare per somiglianze vengono usati comunemente nel linguaggio quotidiano: “Quando ti metti in testa un obiettivo diventi una macchina.” “Muto come un pesce”. Vedete è un modo di comunicare attraverso dei simboli od utilizzando lo schema della metafora, e lo troviamo anche sullo schermo del computer con le icone e nelle fiabe e favole. Ecco le fiabe, ed ancor di più le favole, generalmente sono “storie” più lunghe, che hanno una costruzione temporale più ampia e spesso tramandano usi , modi di relazione o contengono indicazioni su come dare un senso a situazioni e relazioni, che sfuggono ad una definizione più strettamente letterale. Sono storie che hanno scopi ludici con obiettivi più profondi, di regole sociali e morali. Nelle favole vengono usati gli animali come personaggi delle storie e questi posso simboleggiare qualità o difetti diversi rispetto all’interpretazione di altre culture, come il drago per gli orientali. E alcuni animali che, in un contesto specifico hanno un ben preciso significato, in altri contesti assumono un significato quasi antitetico. Lo squalo per esempio da noi rappresenta una persona pericolosa e senza scrupoli, in Polinesia è un animale sacro ed in Mongolia non sanno neppure cosa sia! Dire sei “furbo come una faina”, per molti nostri bambini nati in città non ha un significato immediato, Così, mentre essere: una “lumaca” vuol significare, essere lenti,ma fare il “lumacone” non significa essere molto lenti ma, piuttosto, essere bavosi. Ma anche la parola “favola” non si sottrae a questo destino. Cosa vi viene in mente se: “un bambino Vi chiede di raccontare una favola. Oppure se uno dice che quella persona le sa raccontare bene le favole! Oppure che Tizio è la favola del paese! Questa macchina va da “favola”! Non mi sembra neanche che stiamo parlando della stessa cosa? Questo perchè, la stessa parola, usata in contesti diversi produce significati diversi. La metafora con i suoi simboli è soggettiva e può risultare più o meno utile, se usato impropriamente od in modo troppo ambiguo. Ma l’ambiguità ha un suo obiettivo, più il linguaggio è oscuro ed è interpretabile in molti modi diversi, maggiore è l’interesse a discuterne. Come potete vedere le metafore offrono delle suggestioni nel linguaggio quotidiano, nelle favole e fiabe e mi auguro di aver stimolato la vostra curiosità.
Favria, 13.10.2019 Giorgio Cortese

Il fascino delle persone che incontro nella vita è nel loro animo che emanano una lieta poesia per il mio animo. Sono felice quando ne colgo la loro fragranza nel respiro della vita.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

La scottona.

La scottona. Sulla scottona, oggi di moda soprattutto in Italia è la giovane bovina che …

Valori Alpini

Valori Alpini Al termine della Prima guerra mondiale un gruppo di reduci l’8 luglio1919 costituì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *