Home / BLOG / FAVRIA. ”Sant’Isidoro: organizza Coldiretti ma continua la polemica di Manfredi
il consigliere Francesco Manfredi

FAVRIA. ”Sant’Isidoro: organizza Coldiretti ma continua la polemica di Manfredi

Continua la querelle tra il sindaco Vittorio Bellone e Francesco Manfredi sulla Fiera di Sant’Isidoro.

Il dibattito riguarda, questa volta, l’organizzazione dell’evento, affidato a Gianni Agus, presidente della Pro loco e consigliere delegato all’agricoltura, piuttosto che all’associazione Favria Giovane, di cui il consigliere di minoranza Manfredi è presidente.

Ora forse è giunto il momento di fare un po’ di chiarezza in merito – scrive in un comunicato stampa il primo cittadino -. Stiamo lavorando tanto perché la nostra amata Fiera di Sant’Isidoro sia come tutti gli anni un successo, grazie soprattutto ai nostri agricoltori, così rappresentativi a Favria.

Abbiamo voluto che fossero loro i protagonisti, come è sempre stato negli anni passati e quindi già a novembre abbiamo incontrato la Coldiretti per pensare all’organizzazione della manifestazione”.

E sarà proprio Coldiretti ad occuparsene e non la Pro loco come invece aveva accusato il consigliere di minoranza.

È vero, se ne è occupato Gianni Agus, ma non come presidente della Proloco, bensì come consigliere delegato all’agricoltura – spiega Bellone. Per poi continuare -. La fiera di Sant’Isidoro sarà completamente nelle mani della Coldiretti e sarà proprio la Coldiretti a ricevere il Patrocinio e il contributo del Comune per l’organizzazione. Inoltre la fiera non verrà spostata, ma semplicemente ampliata”.

Ma non è tutto. In sospeso c’è anche la questione riguardante un regolamento comunale che, approvato nel 2004, istituiva un Comitato Fiera Sant’Isidoro. Nel 2006, durante un Consiglio comunale venne abrogato anche con il voto favorevole di Manfredi, che allora sedeva tra i banchi della maggioranza.

Nei giorni scorsi, proprio Manfredi aveva chiesto l’applicazione del regolamento, non ricordandosi, però, che era stato cancellato.

Ad oggi il regolamento è sparito, ma fino a qualche giorno fa c’era – si giustifica il consigliere -. Lo dimostra il fatto  che su google esiste ancora il link diretto del documento pdf, regolamento abrogato nel 2006, indicizzato con l’indirizzo del nuovo sito web, quindi eliminato di recente ben 12 anni dopo l’abrogazione. Se nessuno dell’amministrazione sapeva che il regolamento era stato abrogato, e nemmeno il Segretario Comunale ne era a conoscenza, perchè mai fa sorridere che Francesco Manfredi non ricorda una delibera che nessun altro ricorda?

Commenti

Blogger: Antonia Gorgoglione

Antonia Gorgoglione
Parole... What else?

Leggi anche

CIRIÈ. Capasso segretario, tutti contenti nel Pd

Diffusi apprezzamenti da parte del Partito Democratico ciriacese a Luca Capasso, scelto dal direttivo come …

SUSA. Tav: ‘pasionaria’ No Tav, giuste istanze criminalizzate

“La repressione è segno della loro debolezza e della nostra forza”. A dirlo è Nicoletta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *