Home / Dai Comuni / FAVRIA. Festa degli Alpini dedicata al capogruppo Giovanni

FAVRIA. Festa degli Alpini dedicata al capogruppo Giovanni

Come ogni anno, dal 1924,  il Gruppo Alpini ha effettuato  mercoledì 25 aprile la festa annuale, che purtroppo non si è conclusa con il pranzo sociale perché è venuto a mancare improvvisamente  il titolare del luogo dove si andava a mangiare. Doverose sono le condoglianze alla famiglia per la perdita di una persona cara. Come Direttivo del Gruppo si è pensato di festeggiare il Capo Gruppo Giovanni Magliocco riconfermato per la terza volta al termine della manifestazione del XXV Aprile alla presenza delle autorità civili e militari, delle associazioni e dei concittadini intervenuti. Al Capogruppo è stata donata una targa e sono state lette le seguenti parole: “Carissimo Giovanni, permettimi a nome di tutto il Direttivo, dei soci alpini e dei sci simpatizzanti di dirti Grazie. Il Tuo esempio  è certamente una delle pagine più belle della storia dell’ANA, perché la Tua vita è stata e continua ad essere un concentrato di alpinità. E mi riferisco all’alpinità vera, quella che tanto facilmente predichiamo, ma molto spesso purtroppo non pratichiamo. Permettimi caro Giovanni di raccontarti questo episodio. Una mattina stavo camminando di fretta, ho superato un  anziano, chiedendogli scusa per il “sorpasso” azzardato. E lui mi ha risposto: “Non si corre, si deve seguire il passo del mulo”.  La sua frase mi ha incuriosito e allora mi sono fermato a chiedergli spiegazioni. “Devi seguire il passo del mulo. Così arrivi dappertutto e non ti stanchi. Il mulo mantiene una velocità costante: non corre, non frena, dosa le sue forze e sa che arriva a destinazione”. A parlarmi, l’ho scoperto poi, era un Alpino. Da quella frase ho capito la saggezza di chi aveva imparato i veri valori, l’importanza delle cose della vita, la forza dell’aiuto che si riceve e dell’aiuto che si può dare. E lui lo aveva imparato dal più fedele amico di un Alpino, un mulo, che è tenace, non si stanca, continua il suo cammino fra le rocce, la neve, le salite impervie e le discese pericolose: ma non si ferma. Ecco Giovanni, Tu come Capogruppo, sei tenace, non Ti stanchi,  e ci porti sempre avanti, con saggezza e buon senso. Caro Giovanni,  se tutti gli alpini fossero come te, la nostra Associazione e l’Italia stessa sarebbe migliore di quanto sia già.  Caro Giovanni Ti vogliamo veramente bene, soprattutto per l’uomo che sei. Un uomo serio, retto, onesto, di una finezza rara e di grande spirito di servizio. Grazie per tutto ciò che hai fatto e per ciò che farai. Ti invio il più caloroso e fraterno abbraccio. Come alpini siamo otgliosi di parte di questo Gruppo dove ci sono persone come Te. Questa targa è ben poca cosa per significare il Tuo grande impegno.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VALPERGA. Elezioni: Francisca non si ricandida, quattro le liste in corsa

Sono quattro le liste che si sfideranno per contendersi la guida di Valperga alle elezioni …

CASTELLAMONTE. Dionigi Bartoli si candida a sindaco!

E così, dopo l’intervista rilasciata al nostro giornale alla fine del mese di luglio, dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *