Home / Dai Comuni / “Emmanuel” il primo romanzo di Francesco Bianco
In foto Francesco Bianco

“Emmanuel” il primo romanzo di Francesco Bianco

Una storia ambientata a Salisbury, in Inghilterra, nel 2050. In quelle atmofere avvolgenti e cariche di mistero che Francesco Bianco, idraulico di 28 anni, ha conosciuto negli innumerevoli libri di fantascienza che ha divorato negli spazi preziosi strappati alla quotidianità. In particolare a Philippe K.Dick, scrittore americano degli anni ’50 che lo ha completamente “invasato”, il giovane di Loranzè si è ispirato per il suo primo romanzo, pubblicato nel mese di giugno: “Emmanuel – il romanzo dai riflessi dorati” (nome che dall’ebraico significa “Dio è con noi”). “E’ una calda e afossa mattina d’agosto – recita la trama – e un evento straordinario sconvolge la cittadina. ‘Flottillas’ vengono chiamate le strane sfere di luce che, apparse improvvisamente nel cielo, formano un singolare emblema. Il sorprendente fenomeno cattura l’attenzione di Jeffrey White, quarantenne senza tetto con un passato da scienziato. In lui scatta un’irrefrenabile voglia di sapere”. Un’enigma che il protagonista tenterà di sciogliere in un sottofondo di sentimenti tra amore e amicizia. “L’ho scritto in sei mesi – racconta Francesco Bianco -. Ho messo di getto il primo capitolo su carta e la storia ha preso forma in modo fluido”. Con la revisione di Lina Pasca, e l’estremo sostegno e la pazienza della fidanzata Adele Billi, Francesco è riuscito a confezionare il suo romanzo. Per la scelta dell’editore si è rivolto a ilmiolibro.it, sito messo a disposizione dalla Feltrinelli e peraltro già sperimentato dall’amico Demetrio Tondella di Andrate, autore di “Fallo” (romanzo basato sull’ironia e il doppio senso). Il sito permette ai giovani autori di stampare e di inserire le proprie oppere nel database nazionale delle librerie e su e-book (è già reperibile su Amazon, iBook, Apple Feltrinelli), mantenendo i diritti d’autore. Francesco ha già venduto una sessantina di copie e intanto sta facendo girare il book trailer e sta organizzando le presentazioni (è già stato alla festa di San Grato a Silva, frazione di San Martino Canavese e al Miscela Rock Festival a Strambino, in programma ci sono già eventi alla bibliioteca di Donnas e a Colleretto Giacosa). E’ già al lavoro per il secondo romanzo. “Leggo tantissimo – racconta -, circa 30 libri all’anno di saggistica e fantascienza. Il nuovo libro sarà sempre basato su ufologia e religione. Stesso genere ma una storia che sarà ancora più allettante”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

NUCLEARE. Città Metropolitana ribadisce il “No” al deposito nazionale

“I quattro comuni individuati nella provincia di Torino come siti idonei, non si candidano ad …

CERES. Ferrovia Torino-Ceres, Gabusi: “I bus integrano il servizio”

L’assessore ai Trasporti del Piemonte, Marco Gabusi, ha affrontato oggi in Consiglio regionale rispondendo a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *