Home / Attualità / Elettricità, in Italia in aumentano i costi e si riducono i consumi

Elettricità, in Italia in aumentano i costi e si riducono i consumi

Inizio d’anno con difficoltà per quanto riguarda l’energia elettrica in Italia: il maltempo e le nevicate hanno isolato intere zone, e come previsto sono aumentati sia i consumi che i costi in bolletta. Tra le notizie positive, però, ci sono le evoluzioni di prodotto del mercato e l’estensione del bonus per le famiglie in bisogno.

Soltanto in Abruzzo trecentomila persone senza elettricità elettrica a metà gennaio, a causa dell’ondata di maltempo che ha interessato gran parte della regione e fatto saltare, appunto, oltre 90 mila utenze; non meno problematica la situazione in altre regioni del Centro Italia, dove ai danni della neve si sono aggiunti quelli provocati dal terremoto. E se questi sono stati fattori “imprevedibili”, l’inizio del 2017 in Italia ha confermato anche le previsioni (poco positive) fatte alla fine dello scorso anno.

Bollette più salate. Parliamo in particolare degli aumenti per le bollette di energia e gas, che hanno colpito le finanze degli utenti italiani proprio dal primo gennaio e che dovrebbero concentrarsi fino al mese di marzo, sommandosi agli incrementi del gas che si era già verificato a settembre. Sul mercato tutelato, le famiglie e le partite Iva saranno infatti chiamate a pagare lo 0,9 per cento in più per l’elettricità, mentre per la fornitura di metano il rincaro è addirittura più consistente e raggiunge il 4,7 per cento.

bolletteLo scenario in Italia. Questa situazione riduce ovviamente il risparmio sui costi che si era accumulato nei mesi scorsi, anche se (rispetto alla situazione dello scorso anno) si segnalano comunque dei prezzi sostanzialmente stabili per la spesa per luce e gas da parte delle famiglie. Per meglio specificare, considerando soltanto il periodo che va dal 1 aprile 2016 al 31 marzo 2017 (momento in cui, come accennato, dovrebbe terminare il trimestre di aumenti per le tariffe), la spesa per l’elettricità a carico di una famiglia tipo si aggirerà attorno a 498 euro, in calo dell’1,5 per cento rispetto a un anno prima (che significa però un risparmio concreto di appena 8 euro); per il gas, invece, la spesa complessiva sarà pari a 1.022 euro, con calo del 6,5 per cento e un risparmio di 71 euro (per fare i vostri calcoli potrete utilizzare il servizio delle calcolatrice online).

Flessione dei consumi. Eppure, i consumi in Italia sono in calo, almeno stando alle cifre ufficiali rilevate da Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, aggiornate al consuntivo di novembre 2016: a quella data, infatti, la domanda di elettricità in Italia è stata di 25,9 miliardi di kWh, in lievissimo calo (-0,1 per cento) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, ma analizzando la domanda dei primi undici mesi del 2016 si registra invece una flessione del 2,3 per rispetto al 2015. A livello territoriale, la variazione di novembre 2016 è stata positiva al Nord (+0,3 per cento) e al Centro (+0,2 per cento) e più negativa al Sud (-1 per cento).

Rivoluzione sul mercato. Per fortuna, nel settore si segnalano anche alcune notizie più positive, a cominciare dalle tante innovazioni di prodotto che stanno a dir poco rivoluzionando le applicazioni elettriche, anche domestiche. Basta pensare ai nuovi sistemi di videosorveglianza, agli impianti di domotica regolabili attraverso smartphone o al progetto “Alexa” di Amazon (che consentirà di comandare tutti gli elettrodomestici attraverso la voce) per capire che il futuro è sempre più connesso e vicino. Cambiano anche i canali di vendita, perché anche qui trionfano i siti di settore come PuntoLuce, dedicato proprio alla vendita di materiale elettrico in tutta Italia.

Bonus più sostanzioso. Una buona notizia arriva anche per le famiglie in stato di bisogno, perché l’Autorità per l’energia ha deciso di aumentare il bonus di sconto per la bolletta elettrica previsto, portandolo ad un valore che va da 112 a 165 euro, a seconda della composizione del nucleo familiare, con una riduzione che sale al 30 per cento della spesa media annua lorda.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Bettazzi

Egregi evasori fiscali …

Il vescovo emerito di Ivrea, Luigi Bettazzi, è tornato a farsi sentire con una lettera …

CHIVASSO. Coronavirus, lockdown, ripartenza e amici a quattro zampe: il racconto del dottor Muzio

Carlo Muzio, conosciutissimo veterinario chivassese che insieme al dottor Fernando Naretto e alla dottoressa Ilenia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *