Home / In provincia di Torino / DORA BALTEA. Bullismo sulla scuolabus: il servizio non sarà sospeso
Al centro il consigliere comunale di Quassolo Maria Grazia Rizzato

DORA BALTEA. Bullismo sulla scuolabus: il servizio non sarà sospeso

Subito, la prima reazione è stata quella di sospendere il servizio. Basta scuolabus. Via le convenzioni. Un contributo alle famiglie e che ognuno si organizzi da sé! Poi, i sindaci, ci hanno riflettuto meglio. “Perché privare i ragazzi e le loro famiglie di un servizio essenziale per colpa di qualche stupido?” si sono detti.

E così il pullmino resta. Nessuna soppressione. Ma l’attenzione rimane alta. Altissima. E il fatto è che, negli ultimi mesi, da quando è cominciato il nuovo anno scolastico, si sono verificati diversi episodi di “maleducazione” per usare un eufemismo, se non di bullismo.

“Purtroppo nei primi mesi dell’anno scolastico si sono riscontrati grossi problemi di comportamento sul pullman da parte dei ragazzini che usufruiscono del servizio scuolabus” spiega, e scrive nell’ultimo numero del notiziario comunale, Maria Grazia Rizzato, Consigliere comunale delegato ai servizi scolastici di Quassolo, uno dei comuni che si sono seduti intorno al tavolo.

In questione c’è il servizio di trasporto sia per la scuola primaria (pressi i plessi di Tavagnasco e Quincinetto) che per quella secondaria di primo grado (cioè verso Settimo Vittone), affidato dall’autunno scorso, dall’Unione Montana Dora Baltea (composta da Quassolo, Tavagnasco e Quincinetto) alla ditta Vita, con una gara di appalto che ha comportato, per altro, un notevole risparmio dei costi.

Un servizio “indipendente” messo in piedi dopo lo scioglimento delle vecchie convenzioni con l’Unione Mombarone, composta dai comuni della sponda sinistra e guidata da Settimo Vittone. E a maggior ragione per questo, sarebbe stato un dispiacere sopprimere un servizio appena attivato.

Abbiamo riscontrato – spiega sempre Rizzato una grande mancanza di rispetto nei confronti degli autisti, dei compagni e delle regole che ha causato anche dei piccoli “incidenti” per fortuna senza conseguenze di rilievo. Il verificarsi di questi fatti in un primo momento aveva portato le amministrazioni dei tre comuni a valutare la possibilità di sospendere il servizio cercando comunque delle soluzioni alternative (per esempio un contributo diretto alle famiglie che avrebbero poi gestito in autonomia il trasporto). La convinzione di essere di fronte a ragazzini coscienziosi e maturi, ha fatto sì che, però, con il coinvolgimento oltre che dell’istituzione scolastica anche della ditta che fornisce il servizio scuolabus, si siano superate queste difficoltà”.

L’appello è rivolto alle famiglie. “Invitiamo pertanto i ragazzini a continuare a mantenere un comportamento corretto sullo scuolabus, confidando anche nell’aiuto dei genitori – commenta Rizzato -… Non vorremmo essere costretti a ricrederci”.

L’alternativa della sospensione del servizio, dunque, è accantonata. Ma se i problemi dovessero ripetersi, le famiglie sono avvisate.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SUSA. Recuperati capi d’abbigliamento e borse rubati (GUARDA IL VIDEO)

I Carabinieri di Susa, nel fine settimana, hanno aumentato i controlli sul territorio per prevenire …

VENARIA. Nomadi rubano rame in una ditta: fermati

I carabinieri di Venaria hanno arrestato due nomadi, di 23 e 18 anni, domiciliati nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *