Home / Piemonte / Difende il figlio in una lite, ucciso a coltellate
coltellate
coltellate

Difende il figlio in una lite, ucciso a coltellate

Ucciso a coltellate, ieri sera, in strada a Torino, al culmine di un litigio. E’ morto così, Danilo Arcieri, 42 anni, colpito all’addome da due fendenti sferrati da un romeno che è ora ricercato dai carabinieri. Un’aggressione brutale, che non ha lasciato scampo alla vittima. Inutile la corsa in ambulanza all’ospedale Mauriziano: l’uomo è morto poco dopo il suo arrivo.

L’aggressione nel tardo pomeriggio, di fronte agli avventori di una gelateria, in piazza Santa Rita, sotto casa del romeno. I due uomini si conoscevano e, secondo la ricostruzione dei carabinieri, avevano litigato già altre volte. A scatenare l’ultimo diverbio il comportamento dell’aggressore nei confronti del figlio della vittima, un ragazzo di quindici anni.

Il giovane nel pomeriggio aveva avuto un diverbio con il conoscente romeno, che secondo il racconto di alcuni testimoni lo avrebbe strattonato con forza. Un episodio subito riferito ai genitori, che abitano nello stesso quartiere. Il padre, un decoratore con qualche precedente penale, si è quindi messo a cercare il ‘contendente’ e, quando lo ha trovato in piazza, lo ha affrontato.

Tra i due sarebbero volati insulti e minacce, fino a quando è spuntato il coltello con cui il romeno, prima di scappare, ha colpito due volte alla parte sinistra dell’addome il ‘rivale’.

Alcuni passanti hanno dato l’allarme e sul posto, insieme ai carabinieri, è arrivata un’ambulanza del 118. Le condizioni del ferito sono però apparse disperate: i medici del pronto soccorso, dove è stato subito trasportato, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

L’aggressore, incensurato di 34 anni, è ora ricercato dai militari dell’Arma, che hanno diffuso il suo identikit a tutte le pattuglie in servizio.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

Coronavirus: salgono contagiati Piemonte

TORINO. Coronavirus: salgono i contagiati in Piemonte, ‘ma no alle zone rosse’

Sale in Piemonte il numero delle persone contagiate dal Coronavirus: al momento se ne registrano …

Roberto Bonome, consigliere Lega di Rivarolo

RIVAROLO. Sottopasso, Bonome: “Non bisognava aspettare il morto”

Una ferita aperta nel cuore dei canavesani la morte di Guido Zabena, operaio di Favria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *