Home / BLOG / Dalla minoranza la fiducia nel futuro di Ivrea

Dalla minoranza la fiducia nel futuro di Ivrea

Oggi, alle 19, si terrà il Consiglio Comunale in “adunanza straordinaria di urgenza”.All’Ordine del Giorno tutte le delibere finalizzate all’approvazione al punto n.9, quello del Bilancio di Previsione 2013. Non facciamoci fuorviare dal pomposo quanto allarmante titolo dell’adunanza. Non ci sarà proprio nulla di straordinario, anzi tutto è gia da tempo scontatissimo. Questo Bilancio definito inopportunamente “Preventivo 2013”, quando si è ormai a oltre metà dell’anno 2013, era già pronto anche prima della recente campagna elettorale. Sterili appaiono, per conseguenza, le polemiche verso le limitate tempistiche per “approfondire e sviscerare le voci di tale Bilancio”, sostenute proprio da quei componenti della minoranza che erano presenti anche nel passato mandato e che quindi hanno avuto tutto il tempo e la possibilità di documentarsi adeguatamente. Si ripeterà quindi, come sempre, l’”accanimento terapeutico” fatto di over dose di numeri, da parte dei funzionari comunali, ligi ai regolamenti ed alla normativa nazionale, per la redazione di Bilanci di Previsione Pluriennali e non, pieni zeppi di cifre e titoli di macchinosa lettura, che potranno poi essere anche completamente smentiti nella successiva stesura di un bilancio stavolta Consuntivo e a sua volta, per altre circostanze imprevedibili tutte “italiane”, non categorico.

Continuerà quindi sicuramente per il 2013, visto che i giochi sono praticamente già fatti, l’andamento assolutamente “piatto” di una amministrazione che si è appena clonata da quella precedente, grazie alla ennesima prova di cieca fiducia di una parte sempre più ridotta dell’elettorato e che quindi non riesce nemmeno più a “vedersi”, nel consolidato auto convincimento di essere competente, efficiente, persino “virtuosa”. La lettura della Relazione Previsionale e programmatica per il triennio 2013-2015 rende edotti che anche le speranze dell’attivazione di quei meccanismi che potrebbero generare una spinta propulsiva alla tremebonda economia del nostro Territorio, come ad esempio quella di una Variante all’anacronistico e penalizzante PRG2000, sono ben lontane dal pensiero dei nostri amministratori che rinviano tale impellente esigenza ad….anni futuri. Come consigliere di minoranza non mi rassegnerò alla manifesta incapacità di questa Amministrazione di uscire dall’ordinaria amministrazione, dal consueto, limitandomi anno dopo anno a verificare un malloppo di aridi calcoli algebrici che segneranno inesorabilmente il progressivo e irreversibile decadimento non solo strutturale, ma anche dei servizi verso i Cittadini. Non avvallerò una tassazione che sta diventando intollerabile per le categorie sociali più deboli e ormai non solo più per quelle. Ogni qualvolta si presenterà l’occasione e quindi già da Lunedì 29, solleciterò una nuova progettualità e maggior concentrazione su obiettivi prioritari della spesa, cercando di smantellare quel sistema di contributi a pioggia, più rivolto all’acquisizione di consenso elettorale che al raggiungimento di obiettivi concreti per tutta la Comunità. Sarà un lavoro complesso, impegnativo, al quale spero si possano aggregare altri consiglieri della minoranza, dotati di buona volontà e di spirito di abnegazione e di perseveranza.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Ospedale: i lavori non si fanno Nessuna difesa per il Covid…

Finalmente la Regione Piemonte fa chiarezza sul nuovo reparto di terapia sub-intensiva dell’Ospedale di Ivrea.  …

IVREA. Carnevale sì o Carnevale no? Si deciderà entro il 14 ottobre!

La notizia è questa. Entro il 14 di ottobre si deciderà,  se organizzare o meno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *