Home / Eventi / Altri Eventi / Dall’11 al 13 settembre a Ivrea, Montalto, Chiaverano e Borgofranco fa tappa IT.A.CA’

Dall’11 al 13 settembre a Ivrea, Montalto, Chiaverano e Borgofranco fa tappa IT.A.CA’

Una nuova isola nasce nell’arcipelago di IT.A.CÀ, il Festival del turismo responsabile: è quella dell’Anfiteatro Morenico d’Ivrea che ospiterà una tappa  tra il 10 e il 13 settembre 2020 che toccherà i comuni di Ivrea, Montalto, Borgofranco e Chiaverano.

In un anno difficile da immaginare l’associazione Fabrika, Morenica Comunicazione, Enjoy Canavese e Celine_rc, hanno deciso di portare una nuova manifestazione sul territorio che ne promuova la conoscenza turistica facendo emergere gli aspetti della sostenibilità, del rispetto e della valorizzazione ambientale. In una culla in cui convivono tradizioni e nature diverse ma perfettamente integrate una tre giorni – con un evento “off”di partenza il 10 settembre all’archivio Olivetti – fra passeggiate, reading, musica, natura, teatro, danza ed enograstronomia locale.

Perchè fareturismo non è solo svago e vacanza, ma anche responsabilità verso i luoghi visitati, le comunità locali e l’ambiente. 

Il festival IT.A.CÀ nasce a Bologna 12 anni fa proprio come risposta al periodo di crisi economica che aveva travolto il nostro paese: i promotori decisero di cambiare rotta ai viaggi rimanendo a casa!

Non spingersi più dall’altra parte del mondo, ma viaggiare nei nostri luoghi, alla scoperta di questo meraviglioso paese. Un viaggio in una prospettiva – culturale e civica – differente.

Nello specifico, negli anni, il festival ha avuto una risonanza crescente a livello nazionale

fino a comprendere 21 territori in 11 regioni italiane coinvolgendo oltre 700 realtà

locali, nazionali e internazionali. Il nutrito cartellone di eventi proposto a ogni edizione

definisce percorsi di promozione turistica locale in diverse regioni, territori e città,

sviluppando un’immagine unitaria del territorio in chiave di sostenibilità e responsabilità.

IT.A.CÀ mira a influenzare positivamente il comportamento del turista, concentrandosi su di esso come “cittadino temporaneo” e responsabile. Il festival immagina un mondo in cui le persone comprendono che le dinamiche economiche, la soddisfazione del turista e la protezione dei patrimoni naturali, sociali e culturali sono indissolubilmente connessi.

IT.A.CÀ è un codice aperto e inclusivo: i territori adottano il festival perché si riconoscono nei valori, perché sentono il bisogno di riappropriarsi del proprio territorio.

L’Anfiteatro Morenico

La biodiversità dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea (AMI) è racchiusa in quella culla geologica e culturale che la lingua glaciale, nei millenni, ha disegnato nella morfologia del paesaggio. Racchiude in sé pianura, collina, paesaggio prealpino, campi estesi, laghi glaciali, vitigni antichissimi. Ma ancora, versanti boschivi selvatici e misteriosi che lasciano spazio a una stratificazione di tradizioni popolari, personaggi leggendari, un passato che porta le orme dell’antica Roma e di un medioevo bellicoso raccontato dai castelli che ancora oggi rimarcano orgogliosamente effigi di antichi poteri. 

Un territorio – quello dell’anfiteatro morenico – che per tutto il ‘900 è stato segnato dalla resistenza alla brutalità della guerra ma anche dalla genialità dell’industria olivettiana, cosmopolita, avanguardista e utopica. 

La prima tappa di IT.A.CÀ nell’AMI cercherà di rendere omaggio a questa biodiversità.

Il programma

Si comincia come già detto giovedì 10 settembre, alle ore 18, presso l’Archivio Storico Olivetti, con la presentazione del libro «Memoria Imperfetta. La comunità Olivetti e il nuovo mondo» di Antonella Tarpino, storica scrittrice di origine eporediesi.

La rassegna ufficiale prenderà invece il via nel pomeriggio di venerdì 11 settembre sul Lago Pistono di Montalto, con itinerari a piedi a cura della Via Francigena di Sigerico e del Parco Archeologico, con partenza e ritorno presso la ristotrattoria La Monella. A seguire cena sul lago con prodotti locali e concerto del cantautore torinese Carlo Pestelli, «Aperto per ferie».

Sabato 12 settembre a Chiaverano, alle 10 del mattino  inaugurazione della mostra della rivista fotografica Oasis presso il salone Pluriuso, con banchetti di prodotti locali a cura dei Maestri del Gusto e gelato artigianale.In contemporanea una passeggiata ad anello intorno ai laghi dell’Anfiteatro morenico – guidata da Franco Gianotti del dipartimento di Geologia dell’Università di Torino – con ritorno al salone pluriuso dove nel pomeriggio si terrà la conferenza «Correndo sull’orma del ghiacciaio. Geologia e sport nel contesto dell’anfiteatro morenico» a cura di Ecomuseo Ami e Morenic Trail. A seguire, presso la Rotonda di Chiaverano, dalle 17, un momento di degustazione di vini e prodotti locali – a cura di Garage dell’Uva e Tisaneria di Ivrea – che lascerà spazio alle ore 18, al suggestivo panorama della Serra alle spalle, per il reading-concerto «Avessi da dire tutto, guai», liberamente tratto dal romanzo di Nuto Revelli L’anello forte, con Antonella Enrietto e Fabrizio Zanotti.

Alla terza e ultima giornata di festival, domenica 13 settembre nel territorio di Ivrea e Borgofranco, in contemporanea, due itinerari a piedi. Il primo – guidato dall’archeologa Lorenza Boni – con partenza alle 9.30 da Ivrea, per scoprire «Eporedia. Archeologia di una città fra roccia e acque», il secondo partenza –

guidato da Via Francigena di Sigerico e Quelli del Martedí – alle 10 da Borgofranco per fare un tratto della via Francigena, toccando il Lago Nero e arrivando ai balmetti. Proprio in questa suggestiva location, alle 13 una degustazione enogastronomica a cura di Farinel dei Maestri del Gusto e visita guidata dei balmetti. A seguire, performance teatrale «Tutto per una pietra» di Lisa Gino con accompagnamento musicale di Luisa Fornero e lo spettacolo di danza «Devoti scheletri» della compagnia Baobab, danze e musiche dall’Africa.

In caso di maltempo alcuni eventi potrebbero subire variazioni a discrezione degli organizzatori. 

Per informazioni: ivrea@festivalitaca.net o chiamarci al 338 786 60 84

PROGRAMMA clicca QUI

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

IVREA. Una tenda per gli abbracci alla residenza Anna Maria

Una tenda per gli abbracci, una struttura gonfiabile che consente ai famigliari delle persone ricoverate …

Mauro Salizzoni

Elezioni di Torino, torna in pista Mauro Salizzoni

Il rettore del Politecnico Guido Saracco ha fatto un passo indietro. Non guiderà il  centrosinistra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *