Home / BLOG / Da Giunone alla moneta!

Da Giunone alla moneta!

Da Giunone alla moneta!
La nascita della moneta è relativamente recente, la leggenda vuole che siano state coniate la prima volta da Creso, si quello del mito che tutto quello che toccava diventava oro, forse perché era il ricchissimo re della Lidia, oggi una regione dell’odierna Turchia. Nei millenni precedenti i commerci erano regolati dal baratto anche nella sua forma più evoluta, secondo il quale si poteva pagare con merci campione come il sale, da li deriva la parola salario, o con del bestiame, pecus in latibo, da cui la parola pecunia. Nel corso dei secoli l’evoluzione della moneta da metallica a carta moneta, inventata dai cinesi che le stampavano su seta, fu lenta e graduale ed oggi abbiamo la moneta virtuale con le varie carte e poi la criptomoneta. Ma interessante è la nascita del nome moneta. Questo nome trae origine nell’Antica Roma al tempo dei Galli di Brenno che assediano l’Urbe, in attesa dell’intervento risolutivo dal console Marco Furio Camillo. I Galli con un colpo di mano cercavano di occupare la rocca del Campidoglio. Ma le oche sacre a Giunone, li si trovana il suo tempio, iniziarono a starnazzare che svegliarono i Romani che misero in fuga i Galli. In seguto a quell’episodio Giunone venne chiamata anche Moneta cioè colei che avverte. E appunto si chiamarono le prime monete in metallo coniate alcuni anni dopo nella zecca istituita sul Campidoglio vicino al tempio dedicato alla dea.
Favria, 10.08.2020 Giorgio Cortese

Certe persone vivono con tante azioni cattive sulla coscienza e qualche buona intenzione nel cuore.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

Parlapà tabaleuri!

Parlapà tabaleuri! Parla-pà, che letteralmente significa “non parlare”, ed è simile all’espressione “non mi dire”! …

Celestino Vietti: “Sono fortunato perché ho la possibilità di inseguire il mio sogno con le moto”

Celestino Vietti è nato a Ciriè nel 2001 ed è il più giovane pilota entrato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *