Home / Torino e Provincia / Cuorgnè / CUORGNÈ. Torneo di Maggio
Chiara Orso Giacone e Lorenzo Chiadò
Chiara Orso Giacone e Lorenzo Chiadò

CUORGNÈ. Torneo di Maggio

Chiara Orso Giacone

(foto a cura di Foto Idea – Cuorgnè)

Sono giovani e belli, tanto che anche noi siamo diventati un poco complici del loro segreto: Chiara Orso Giacone e Lorenzo Chiadò Puli sono la coppia Reale del Torneo di Maggio alla Corte di Re Arduino per questa edizione 2015 e sabato sera hanno voluto guardare i volti delle Genti del Torneo che per anni li hanno visti sfilare. Chiara aveva 4 anni quando indossò il costume dei tanti splendidi bambini del Borgo San Giovanni, Lorenzo da molti anni sfila e suona il tamburo con passione ed entusiasmo nel Borgo Sant’Anna. La lettera di presentazione della loro candidatura al ruolo regale l’hanno scritta un anno fa, la sera della gara delle botti del Torneo 2014.”Una lettera accorata –spiega lei- perché noi siamo a limite minimo dell’età richiesta, ma ci tenevamo davvero tanto!” Sabato sera la grande emozione, da tempo attesa e preparata con quello spirito fattivo e un poco goliardico che è proprio dei giovani: Lorenzo fino all’ultimo ha ingannato tutti, sia detto sorridendo, s’intende, tanto che si è presentato con il suo amatissimo gruppo di tamburi del Borgo Sant’Anna da cui si è assentato giusto in tempo per cambiare il costume, indossando anche la nuova sottoveste cucita per l’occasione. Quanto a Chiara, luminosa Regina Berta, ha fatto sapere a tutti gli amici che sarebbe andata ad accompagnare una conoscente all’aeroporto di Caselle ed è passata alla chetichella in centro per recarsi nel luogo prescelto per prepararsi. Quando ce lo hanno raccontato, presentandosi in anteprima alla stampa locale, abbiamo dunque deciso di contribuire a mantenere il loro piccolo segreto e lo scorso lunedì, nel consueto identikit dei futuri Reali, li abbiamo indicati come una coppia veterana del Torneo e che sfilava fin dai primi anni nella manifestazione. In effetti, comunque, qualche indizio non era poi così errato: come detto, Chiara e Lorenzo sfilano fin da bambini e a loro modo, nonostante la giovane età, sono dei “veterani” del Torneo, cui hanno legato tanti ricordi. Chiara, di certo ricorda con un misto di tristezza e gioia gli anni in cui il papà, il dottor Guido Orso Giacone, l’accompagnava in Via Arduino per il corteo dei bambini del Borgo San Giovanni guidato dall’allora cerimoniera Vilma Speronella. ”Un sabato sera mi ricordo il pianto disperato perché papà era rimasto bloccato dalla folla che si assiepava alle bettole e non era arrivato in tempo a prendermi” ricorda con tenerezza quel padre che oggi sarebbe sicuramente fiero di lei, poichè è stato anche Presidente della Pro Loco e che purtroppo se ne è andato troppo presto e drammaticamente qualche anno fa. Ora però, per questa splendida ragazza, è il tempo della gioia: laureata in giurisprudenza e avvocato praticante, Chiara vestirà con passione i panni della Regina senza dimenticare il suo lavoro in Sogeco srl ,di cui vuole pubblicamente ringraziare i titolari :”Mi hanno concesso qualche permesso speciale per poter ricoprire questo ruolo, sono stati davvero comprensivi e fantastici!” ci dice. Lorenzo invece è tecnico informatico in una società che lavora per Fiat FCA e anche il suo papà, Beppe Chiadò Puli, è assai legato al Torneo, oltre che essere un noto e apprezzato commerciante e lo stesso dicasi per la mamma, insegnante in pensione.

Lorenzo ChiadòLa coppia reale intende vivere in modo intenso questa esperienza: avranno anche costumi nuovi e rivisti grazie soprattutto a Maria Iannaccone, neo presidente della Pro Loco e possono contare sull’appoggio di un Re Arduino fra i più convinti e convincenti, come Mauro Fenoglio Gaddò, uno dei registi dello stesso Torneo. Amici da sempre, ma coppia solo nella finzione medievale, Chiara e Lorenzo aspettano con emozione la tre giorni che li vedrà protagonisti. Per lui il momento più atteso è quello in cui la voce del Narratore e cerimoniere lo chiama Re Arduino e aggiunge “al secolo Lorenzo Chiadò Puli”, perchè è soprattutto alla presentazione ufficiale di sabato che queste parole lo hanno convinto che non si trattava solo di un sogno e che aveva davvero sorpreso tutti. Per Chiara invece è la serata del venerdì la più attesa, quando nelle vesti di Berta visiterà le bettole aperte per la prima volta sotto gli antichi portici e assisterà alle gare fra i Borghi a cominciare dalla storica “Gara delle Botti”. E il messaggio al Torneo di questi due splendidi giovani sovrani è molto chiaro: ”Siamo ancora troppo pochi a sfilare, bisogna che i Cuorgnatesi si affidino alla magia del Torneo e dei suoi costumi, ci vuole ancora più amore e più entusiasmo per una manifestazione che fa vibrare di suoni e colori antichi un’intera città”.

 

Domenica di folla con Florarte e il debutto dei Reali Chiara e

Lorenzo Cuorgnè fiorita di medioevo

 

florartè cuorgnè
florartè cuorgnè

Alla fine un grande applauso ha sciolto la loro emozione: Chiara Orso Giacone e Lorenzo Chiadò Puli da sabato sera sono l’applauditissima coppia reale del Torneo 2015. Sabato sera, dopo la presentazione ai Signori dei Borghi e alla loro Corte, il popolo del Torneo li ha accolti in Piazza Martiri con uno spettacolo di artisti di strada, luci e rulli di tamburi. Come sempre il gruppo di Trombe e Tamburi ha dato inizio all’incanto del Torneo: Re Arduino si è presentato con la sua consorte Berta pronto a guidare la rievocazione che il prossimo venerdì vivrà una tre giorni di atmosfere medievali e festose. C’è molta attesa per il ritorno del corteo dei cavalli in programma per sabato prossimo in occasione del ritorno del Re dall’assedio sostenuto vittoriosamente presso la Rocca di Sparone conto le truppe dell’imperatore . Vuole la leggenda millenaria che il borgo di Corgnate lo avesse accolto con feste e giochi durati per almeno tre giornate. Sabato sera il prologo di questa rievocazione che è fra le più note e seguite in Piemonte con l’inaugurazione e ieri il Convivio Reale nel bel mezzo di una città fiorita con tutte le piante di Florarte. All’invito dell’Amministrazione Comunale hanno aderito tante aziende vivaistiche con le loro fioritissime creazioni che hanno riempito di colori e profumi tutta la città. Il pomeriggio curiosità e tifo per le prime gare del Palio dei borghi sotto lo sguardo ancora emozionato dei giovani Reali che la mattina avevano partecipato alla solenne e suggestiva Messa della Genti del Torneo con la benedizione di tutti gli stendardi nella Parrocchia di San Dalmazzo. Un caldo sole ha fatto da protagonista per tutta la giornata favorendo un ottimo afflusso di pubblico. Non resta che dare appuntamento per venerdì prossimo 22 maggio, alle 19 in unto aprono le bettole e poi sarà davvero tempo di Torneo.

IN ALLEGATO ALTRE FOTO di FLORARTE

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Leggi anche

SAN CARLO. Dal 30 agosto la festa patronale della Madonna d’Oropa

Al via venerdì 30 agosto la festa patronale della Madonna d’Oropa, organizzata dalla Pro Loco …

VOLPIANO. Rione San Grato in festa dal 29 agosto

Grande attesa per la 36esima edizione della festa di Rione San Grato, che si svolgerà …

Un commento

  1. Buongiorno, abbiamo concesso le fotografie che avete pubblicato anche on line.
    Vorrei ricordare l’obbligo della menzione del nome dell’autore come credit che deve sempre essere rispettata. Le fotografie usate sono le nostre senza alcun dubbio poichè realizzate in una location esclusivamente da noi. Credo che il rispetto del lavoro altrui debba meritare più attenzione. Gradirei l’inserimento del credit “foto a cura di Foto Idea – Cuorgnè”. Grazie e buon lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *