Home / Piemonte / Cuneo / CUNEO. Emanuele Filiberto: “Triste per il disagio dell’Italia”
Emanuele Filiberto di Savoia

CUNEO. Emanuele Filiberto: “Triste per il disagio dell’Italia”

“Trovo allarmante che un video fatto per giocare abbia avuto tutto questo seguito. Se ne è parlato tantissimo, e vedere cosa ha suscitato, nel bene e nel male, dimostra che in Italia c’è un grande disagio politico e sociale. Questo mi rattrista molto perché gli italiani e l’Italia, meritano, a mio avviso, più di quanto ha attualmente”. Lo ha detto oggi Emanuele Filiberto di Savoia a Vicoforte (Cuneo), dove ha presenziato alla cerimonia per il 150/o anniversario della nascita di Vittorio Emanuele III, in merito al video diffuso via social nei giorni scorsi in cui annunciava “il ritorno della Famiglia Reale”. Il filmato, come ha ribadito Emanuele Filiberto, era stato confezionato per “promuovere una serie su un canale streaming”, ma “c’è stata una cosa molto strana per quel che ha provocato”.

“Per re Vittorio Emanuele III e la regina Elena la basilica di Vicoforte è una dimora temporanea, per lui e per la Regina Elena. Credo che il luogo giusto e definitivo per tutti i Re d’Italia sia il Pantheon. Di recente ho ancora scritto una lettera al presidente del Consiglio e spero che un giorno le salme che sono qui, in un bellissimo Santuario, vengano portate al Pantheon”. E’ quanto ha detto ai giornalisti Emanuele Filiberto di Savoia, oggi a Vicoforte (Cuneo) per il 150/o anniversario della nascita di Vittorio Emanuele III. Emanuele Filiberto si è detto “molto felice di essere in Italia, qui a Vicoforte”. A organizzare la cerimonia sono state le “Guardie d’onore del Pantheon”, giunte da tutta Italia e dall’estero, con decine e decine di “guidoni”. Circa cinquecento i partecipanti. Prima della Messa c’è stata sfilata all’esterno della Basilica alla presenza di Emanuele Filiberto di Savoia e del cugino Serge di Jugoslavia, che hanno presenziato alla posa della “Rosa d’oro” (una copia identica all’originale) sulla tomba della Regina Elena. Contraria alla posa della Rosa d’Oro si è detta Maria Gabriella di Savoia, cugina di Emanuele Filiberto, in una lettera inviata al rettore della Basilica, don Francesco Tarò. “Ritengo doveroso – è il contenuto della missiva – precisare che non sono stata consultata al riguardo, né ho quindi espresso alcuna approvazione”. “Mentre apprezzo ogni manifestazione di cristiana devozione e di omaggio alla memoria dei miei nonni – si legge – al fine di non creare precedenti osservo che la collocazione di ‘segni’ sopra le loro Tombe (lì in via non già provvisoria ma definitiva, come stabilito da S.E. Monsignor Vescovo Luciano Pacomio con lettera inviatami il 22 aprile 2013) va subordinata all’assenso dei famigliari, d’intesa con sua eccellenza il vescovo e con Lei, reverendissimo rettore del Santuario-Basilica”. A differenza di Emanuele Filiberto, Maria Gabriella è dell’idea che le salme dei reali abbiano al Santuario di Vicoforte la loro definitiva collocazione.  Contraria alla posa della Rosa d’Oro si è detta Maria Gabriella di Savoia, cugina di Emanuele Filiberto, in una lettera inviata al rettore della Basilica, don Francesco Tarò. “Ritengo doveroso – è il contenuto della missiva – precisare che non sono stata consultata al riguardo, né ho quindi espresso alcuna approvazione”. “Mentre apprezzo ogni manifestazione di cristiana devozione e di omaggio alla memoria dei miei nonni – si legge – al fine di non creare precedenti osservo che la collocazione di ‘segni’ sopra le loro Tombe (lì in via non già provvisoria ma definitiva, come stabilito da S.E. Monsignor Vescovo Luciano Pacomio con lettera inviatami il 22 aprile 2013) va subordinata all’assenso dei famigliari, d’intesa con sua eccellenza il vescovo e con Lei, reverendissimo rettore del Santuario-Basilica”. A differenza di Emanuele Filiberto, Maria Gabriella è dell’idea che le salme dei reali abbiano al Santuario di Vicoforte la loro definitiva collocazione.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

NOVARA Camera commercio Novara, carte tachigrafiche con app ‘Taci’

Da oggi è possibile presentare e gestire telematicamente le richieste di carte tachigrafiche – necessarie …

TORINO. Monopattino contro bus: ferito migliora, trasferito dal Cto

Il 25enne sul monopattino ferito dopo un urto contro un autobus in sosta, a Torino, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *