Home / In provincia di Vercelli / CRESCENTINO. Ecco i nomi dell’investitore e dell’investito …
Sul posto è intervenuta l'ambulanza (foto d'archivio)

CRESCENTINO. Ecco i nomi dell’investitore e dell’investito …

CRESCENTINO. Incidente con un ferito, domenica 23 giugno intorno alle 19,15, nella centralissima via Mazzini.

Francesco Policastro, 38enne di Palazzolo, al volante di una Fiat Multipla, partito da piazza Garibaldi, ha percorso in retromarcia un tratto della via; ha urtato un pilastro dei portici, poi ha proseguito e, giunto davanti al Gran Bar, con l’auto ha schiacciato contro un altro pilastro dei portici un avventore che era fuori dal locale: Pasquale Sgarro, 34 anni, di Crescentino. E’ subito stata chiamata l’ambulanza, il giovane, accasciatosi al suolo, è stato trasportato con l’elisoccorso al Cto in codice rosso: presenta fratture multiple, la prognosi è di 30-60 giorni.

Sul posto sono immediatamente intervenute pattuglie dei Carabinieri della locale stazione e di quella di Livorno Ferraris: hanno identificato l’automobilista – risultato residente a Palazzolo – che, sotto l’effetto dell’alcool, stava dando in escandescenze; dopo averlo bloccato, non senza fatica, l’hanno portato in caserma. E’ intervenuta anche una pattuglia della Polizia, che ha sottoposto Policastro alla prova dell’etilometro. L’uomo è stato arrestato e si trova ora in stato di fermo, in attesa di convalida dell’arresto; è accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e di lesioni.

Nelle ore immediatamente successive al fatto gli uomini dell’Arma hanno interrogato alcuni testimoni per capire se i due – che si conoscono – avessero avuto un diverbio poco prima oppure se si sia trattato di un incidente non premeditato.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

VENARIA. Elezioni, Psi e Italia Viva contro Giulivi: “Candidato omofobo”

VENARIA. Elezioni, Psi e Italia Viva contro Giulivi: “Candidato omofobo”. S’infiamma la campagna elettorale di …

CALUSO. Dopo il biometano, all’Edilias spunta un impianto per inerti

Tra Chivasso, Mazzè, Rondissone e a Caluso si raccolgono firme contro il progettato impianto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *