Home / Dai Comuni / CORONAVIRUS. Salizzoni: “Pochi tamponi effettivi, troppi andati perduti”
Mauro Salizzoni
Mauro Salizzoni, vicepresidente consiglio regionale

CORONAVIRUS. Salizzoni: “Pochi tamponi effettivi, troppi andati perduti”

“Troppi tamponi per certificare i guariti, troppi andati perduti, pochi quelli effettivi”: lo afferma Mauro Salizzoni (Pd), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, che ritiene “fondamentale aumentare i tamponi effettivi e ottimizzare l’impiego di quelli disponibili”. Ciò che serve, spiega, è: “più tamponi, non generalizzati ma selettivi, concentrandosi sulla ricerca dei nuovi contagiati e dei positivi asintomatici, evitando di dare solo priorità alle stesse persone per certificarne la negativizzazione”, oltre a “tamponi specifici ovvero a determinate categorie di lavoratori, quelli maggiormente a contatto con il pubblico”.

“Che vi siano pazienti sottoposti a numerosi tamponi per accertarne la negativizzazione – dice Salizzoni – pone interrogativi su come si sia gestito l’impiego dei tamponi in Piemonte. Credo che l’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, debba chiarire le modalità di utilizzo dei tamponi, il numero e le cause dei tamponi andati persi, i tempi di analisi e di refertazione”.

“Nella settimana dal 15 al 22 aprile – sottolinea – il Piemonte ha fatto 35.900 tamponi. Si stima che quelli effettivamente refertati per attività di diagnostica, di tracciamento contatti e prevenzione su categorie a rischio siano stati 22.100 (il 62% del totale), mentre 13.800 (il 38%) sono serviti per certificare guarigioni, o sono andati perduti. Nella settimana successiva i tamponi sono arrivati a 38.500.

Ma quelli effettivi sono diminuiti, 20.600 tamponi pari al 53%, e quelli refertati per accertare guarigioni o andati perduti sono arrivati a 18.000 (il 47%)”. “I ritardi e l’elevato numero dei tamponi persi – aggiunge – hanno compromesso il tracciamento.

Ma solo un tracciamento efficace permette di capire le reali dimensioni del contagio, il numero dei soggetti positivi liberi di muoversi, e ridurre l’ospedalizzazione”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. 230 kg di pasta per la “Spesa Solidale”

CHIVASSO. 230 kg di pasta per la “Spesa Solidale” Con l’arrivo del Covid19, tante sono …

MONTANARO. Violenza contro le donne, anche la Biblioteca si muove

MONTANARO. Violenza contro le donne, anche la Biblioteca si muove. Anche a Montanaro, il prossimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *