Home / Life & Style / Come cambiano i cartelloni pubblicitari

Come cambiano i cartelloni pubblicitari

Negli ultimi anni abbiamo potuto apprezzare ampi cambiamenti per quanto riguarda i mezzi di comunicazione usati per la pubblicità. Se in passato la televisione e la radio erano le principali casse di risonanza usate dai pubblicitari, oggi internet sta diventando per molti il luogo migliore in cui inviare i propri messaggi. Lo stesso dicasi per quanto riguarda volantini e brochure, che molte aziende inviano tramite e-mail. Laddove il mezzo è rimasto lo stesso, la tecnologia ne ha modificato in modo importante le potenzialità. Si pensi ad esempio alle vetrine dei negozi o ai cartelloni pubblicitari, che sempre più spesso diventano pannelli a LED di ultima generazione.

Il concetto di Ledwall
Ledwall significa muro a LED, anche se in effetti non sempre queste installazioni occupano intere pareti. Si tratta a tutti gli effetti di cartelloni pubblicitari, che però non sono statici, non sono delle semplici immagini su carta. Un Ledwall è un’istallazione pubblicitaria a LED, di fatto un vero e proprio schermo su cui si possono mostrare immagini di qualsiasi genere, modificabili nel tempo, o addirittura dei video. Le opzioni disponibili sono varie; sia per interno che per esterno, di qualsiasi dimensione e con luminosità che si può adattare alla specifica situazione, ad esempio scopri i ledwall di Micropix per avere una visuale più ampia dei modelli disponibili.

Da interno e da esterno
Si potrebbe pensare che un ledwall non sia altro che un enorme schermo televisivo, in realtà le cose sono leggermente diverse, anche perché un televisore è un’apparecchiatura fatta per essere utilizzata all’interno. Esistono invece ledwall che si possono tranquillamente posizionare all’esterno, sulle facciate dei palazzi o all’esterno di una vetrina. Oltre a poter sopportare varie tipologie di condizioni climatiche, a seconda del modello, i ledwall sono disponibili anche per essere ben visibili in varie situazioni di illuminazione. Chi desidera esporre un messaggio pubblicitario del resto pretende anche che tale messaggio possa essere visto da chiunque. Cosa che non è tanto facile quanto sembra, soprattutto quando i pannelli raggiungono dimensioni ragguardevoli. Perché un ledwall posizionato all’esterno di un centro commerciale, o lungo una strada trafficata, sia ben visibile è necessario che possieda la corretta definizione e la giusta luminosità, in modo che si possa vedere al meglio sia da pochi metri di distanza, sia da chi invece transita in lontananza.

La definizione dei ledwall
Le definizione di uno schermo ledwall è data dalla distanza tra i diodi luminosi, che in inglese è detta pixel pitch. Tale distanza va da un minimo di 0,7 millimetri, fino a oltre 50 millimetri. Non è detto che la risoluzione maggiore sia sempre la scelta migliore possibile, anzi. È bene invece rivolgersi a professionisti del settore, che siano in grado di consigliare la risoluzione più adatta ad ogni specifica situazione. Si deve sempre considerare che le distanza più basse sono adatte ai pannelli posizionati all’interno di uno show room, mentre quelle molto ampie sono perfette per i pannelli da esterno. La risoluzione di un pannello a LED indica non solo la qualità dell’immagine, ma anche la distanza minima a partire dalla quale le immagini sono ben visibili.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Una buona connessione anche nei piccoli comuni? Ecco come funziona internet via radio

Il costante sviluppo della tecnologia permette di navigare in rete sempre più velocemente, oggi infatti …

Postazione per lo smart working: consigli su come organizzare il proprio spazio di lavoro

Nell’ultimo periodo, a causa della situazione di emergenza che tutto il mondo sta vivendo, è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *