Home / Torino e Provincia / Colleretto Castelnuovo / COLLERETTO CASTELNUOVO. Rischio Scuola chiusa in Valle Sacra
Marina Carlevato
Marina Carlevato

COLLERETTO CASTELNUOVO. Rischio Scuola chiusa in Valle Sacra

La nuova scuola materna non è ancora terminata che già starebbe perdendo i pezzi e con l’imminente inizio dell’anno scolastico i cinquanta e più alunni di tutta la Valle Sacra rischiano di non avere le aule per le lezioni. Costata circa 800 mila euro, ora che si avvicina il collaudo, la struttura sta mostrando incredibili segni di cedimento.

A farla da padroni le costanti infiltrazioni d’acqua. Dal tetto e, soprattutto, dal sottosuolo: l’umido sale dal pavimento e si propaga sui muri come se si trattasse di uno stabile vecchio di secoli. Secondo i detrattori nella costruzione del plesso scolastico situato in discesa, lungo la vecchia strada che porta al santuario di Piova non si è consierato il tubo della fognatura collegato in “salita”, verso la conduttura centrale del paese. Oltre ai problemi legati alle infiltrazioni, mancherebbero poi ancora gli arredi esterni ed interni e il Comune dovrà accendere un mutuo in tutta fretta per acquistare il materiale entro fine mese. E se dal municipio, per il momento, nessuno vuole commentare, sul quotidiano La Stampa, da settimane è in corso un feroce botta e risposta.

“Ci sono dei problemi, non posso nasconderlo – ha commentato il sindaco Aldo Querio Gianetto Le ditte hanno assicurato l’apertura del plesso e se così non fosse ho ottenuto la possibilità di spostare l’attività nel vecchio edificio che il Comune ha già venduto”.

Una soluzione temporanea per tre mesi, il tempo necessario a finire i lavori. E se l’Amministrazione comunale non parla, l’ex sindaco Marina Carlevato, oggi consigliere di minoranza, ne ha da vendere e da pendere. “Accettiamo le critiche lucide e pratiche – scrive in una lunga lettera – accettiamo meno quelle moralistiche e non accettiamo quelle dettate dalla sola propaganda, dove si cerca di screditare l’avversario. Quando la critica non si basa su fatti determinati, sconfina nel gratuito insulto. L’amministrazione che ho avuto l’onore di portare avanti in dieci anni ha valutato attentamente e scrupolosamente la situazione prima di costruire un nuova scuola materna per bambini provenienti da tutta la Valle Sacra. La vecchia scuola infatti non era più idonea ad ospitare tutti i bambini e non è stato possibile adeguarla perché fatiscente e mancante di spazi disponibili. I finanziamenti sono arrivati dalla Regione Piemonte, in minore misura dalla Fondazione CRT, dalla Comunità Montana Valle Sacra ed infine piccolo contributo dai comuni di Castelnuovo Nigra, Cintano, Borgiallo e Chiesanuova. La parte mancante dal Comune di Colleretto Castelnuovo il quale, oltre ad aver applicato avanzi di amministrazione, ha inserito nel bando di appalto anche la cessione della vecchia scuola in cambio dei lavori da parte della ditta aggiudicataria. Abbiamo voluto un edificio con pannelli solari… Lo spazio per i bambini è più che doppio rispetto alla vecchia sede…. La Scuola è stata consegnata alla nuova Amministrazione già terminata e con le aule tinteggiate perché si potessero trasferire gli arredi, resta oggi da ultimare solo l’area esterna. Era inoltre nostra volontà intitolare la nuova Scuola a “Pietro e Antonietta Gallo”, la famiglia che ha donato al Comune la vecchia scuola. Orgogliosamente possiamo dire di aver dotato la nostra comunità di migliori servizi quali: dispensario, biblioteca, prelievi sangue presso gli ambulatori comunali, adeguamento alle norme di sicurezza della Scuola primaria di Valle, il punto acqua SMAT, un bar ecc…e ci difenderemo da chi senza nessun motivo concreto continuerà ad infangare il nostro operato….”

E non è ancora finita qui. Carlevato si dice sbigottita, anche perché circa un mese fa ha saputo di un incontro esplicativo con il Sindaco, i progettisti e le direzioni lavori per chiarire la situazione e apportare le migliorie che già la sua Amministrazione aveva pianificato. “Inoltre siamo venuti a conoscenza dell’incontro dell’08/08/2014 convocato dal Sindaco, attraverso la stampa, peccato non ne fossimo a conoscenza. Si parla di Procura? Bene, la invitiamo noi a venire. Non abbiamo nessuna ombra da nascondere. I genitori hanno promosso questa azione? Permettetemi di avere qualche dubbio, i genitori non potevamo essere al corrente di certi dettagli, a meno che gli attuali Amministratori non ne abbiano parlato con una certa leggerezza. Tutto ciò porta ad una profonda riflessione: i campanili non esistono solo tra comuni vicini ma anche all’interno dello stesso comune (…) Ho difficoltà ad accettare un modo di fare politica che non ci appartiene, troppe volte abbiamo dovuto combattere per difendere il nostro operato. Spero che la nuova Amministrazione si adoperi al meglio per concludere le opere esterne e portare in una nuova e migliore sede la Scuola Materna di tutta la Valle Sacra che abbiamo l’orgoglio di ospitare a Colleretto Castelnuovo. Creare allarmismo ingiustificato su un argomento così delicato sia inopportuno e indelicato specialmente in un periodo già ricco di grandi difficoltà…”

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

VILLAR PEROSA. Scontro con 2 morti: automobilista positivo all’alcoltest

È risultato positivo all’alcol test, il 20enne di Frossasco che questa mattina era alla guida …

Municipio ivrea

IVREA. Il nuovo Piano regolatore, l’occasione per fermare le speculazioni inutili e rilanciare la città.

La società Genco ha chiesto al comune di Ivrea di inserire il programma di riqualificazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *