Home / Torino e Provincia / Ciriè / Ciriè spera per il suo Tribunale

Ciriè spera per il suo Tribunale

Come previsto, la presunta “razionalizzazione degli uffici giudiziari” piemontesi è partita nell’ampiamente annunciato caos. Da venerdì scorso il Tribunale di Ivrea ha competenza su un bacino d’utenza di oltre 523 mila abitanti che spaziano da Ciriè a Chivasso. E questo, tenendo conto che la sezione di Ciriè ha ottenuto una proroga per restare attiva per altri due anni, Chivasso è destinata ad essere soppresso. Ma, se a Ciriè gli amministratori sperano di allungare l’apertura di aule e cancellerie di via Andrea D’Oria ad almeno cinque anni con l’obiettivo di diventare una sezione distaccata di Ivrea, il Chivassese si sta puntualmente mobilitando per evitare di scomparire e chiede almeno l’accorpamento con il Torino e il mantenimento dei giudici di pace. Quanto a Ivrea, sono rimasti puntualmente inascoltati i prevedibili allarmi del presidente Carlo Garbellotto e le ancor più prevedibili conseguenze. Il neo procuratore capo Giuseppe Ferrando ha già spedito una missiva al ministero della Giustizia e al Csm chiedendo, tra le altre cose, di poter disporre almeno di altri due vice procuratori onorari. Vanno inoltre portati a regime gli impiegati amministrativi, che dovrebbero essere 19 e sono 11 e il nucleo di polizia giudiziaria, che da 8 persone dovrebbe salire a 12. “Serve un robusto incremento degli organici, siamo in emergenza assoluta – non nasconde Ferrando – vorrà dire che cercheremo di dare la priorità alle questioni più importanti.” La Procura si trasferirà a gennaio nell’ex area Montefibre, ma, fino a febbraio lavoreranno solo tre pm, più il procuratore capo. Tutte le cause penali sono già state rinviate al 2014. Quanto a Ciriè, a parte le ovvie questioni di blasone, se rimanesse aperto si eviterebbero lunghe e costose trasferte a Ivrea, anche se la nuova sede dovrebbe se non altro essere dotata parcheggi decenti. Chissà, magari pure gli imputati sarebbero contenti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

via san lorenzo

IVREA. Entro agosto via le barriere architettoniche in via San Lorenzo. Promessa di Cafarelli

E si ritorna, con l’ennesima mozione (cioè quel provvedimento che in caso di approvazione impegna sindaco …

IVREA. Lo sconforto del grillino Fresc. “Basta non vi sopporto più!!!”

C’è stato un tempo in cui chi faceva amministrazione della cosa pubblica conosceva perfettamente il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *