Home / BLOG / CIRIÈ. Piromane, i militari aspettano il passo falso

CIRIÈ. Piromane, i militari aspettano il passo falso

Proseguono senza sosta le indagini da parte dei carabinieri della compagnia di Venaria, e in particolare della Tenenza di Cirié, per dare un nome e un volto al piromane.

Già, perché per i militari il senza tetto arrestato dopo l’incendio agli autobus nel piazzale della stazione potrebbe essere uno dei piromani che da anni bruciano i mezzi parcheggiati in tutta la città dei D’Oria.

Per il momento c’è massimo riserbo sul caso, ma i militari coordinati dal capitano Giacomo Moschella hanno intenzione di mettere la parola “fine” su questa vicenda già nelle prossime settimane.

Ma non sarà facile. Gli elementi in mano agli uomini dell’Arma sono tanti, tali da poter fare un vero e proprio identikit di questo personaggio misterioso che riesce sempre a farsi beffa delle forze dell’ordine.

Una persona che sa perfettamente quando agire, dove agire. Ma anche le tempistiche d’intervento di carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco. Per la serie: “So tutto di voi e so come fregarvi”.

I militari stanno aspettando un “passo falso”. Che prima o poi, accadrà. Ma nel frattempo le auto continuano a bruciare. Basti pensare a quelle bruciate tra Natale e Capodanno. E il totale aumenta di cinque auto, tra le due bruciate in via Paolo Borsellino e le tre in via Clemente Macario.

Quest’anno, Palazzo Civico potrebbe aumentare ulteriormente le telecamere di videosorveglianza da posizionare sul territorio. Quasi certamente interessando anche le zone periferiche. Magari sotto forma di varchi d’ingresso e di uscita dal territorio.

Tutto per porre fine a questa vicenda. Sempre che non sia lo stesso piromane a consegnarsi alla giustizia per colpa di un “passo falso”. Che prima o poi commetterà

Commenti

Blogger: Claudio Martinelli

Claudio Martinelli
Giornalismo "reale"

Leggi anche

SESTRIERE. Controlli carabinieri a Sestriere e Sauze, sei denunce

Controlli dei carabinieri a Sestriere e Sauze d’Oulx, in alta Valle di Susa. Sono sei …

LANZO – Fare impresa, le differenze tra i due sessi: donne motivate, ma anche discriminate

La festa dell’8 marzo, celebrata appena due settimane fa, suggerisce una riflessione sulle differenze di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *