Home / Torino e Provincia / Ciriè / CIRIÈ. E’ ora disponibile la carta d’identità elettronica
carta d’identità elettronica

CIRIÈ. E’ ora disponibile la carta d’identità elettronica

A inizio dicembre sono state installate presso lo Sportello del Cittadino le apparecchiature, fornite dal Ministero dell’Interno, per l’emissione della carta di identità elettronica.  Dopo gli indispensabili test, da lunedì 18 dicembre il nuovo documento di identificazione è rilasciato a tutti i cittadini residenti privi di carta di identità o con carta scaduta, o ancora che necessitano di un duplicato per furto o deterioramento della carta di identità in loro possesso.  Lo Sportello del Cittadino verifica e raccoglie gli elementi necessari, rilevando anche le impronte digitali, per poi trasmetterli agli uffici centrali che provvederanno a emettere il nuovo documento. Per ottenere la nuova carta, il richiedente  deve quindi presentarsi allo Sportello del Cittadino con il tesserino di codice fiscale, una foto tessera recente, l’eventuale carta di identità scaduta. Il costo è di 22 euro (di cui 16,79 che il Comune riversa allo Stato) per  il normale rilascio, che sale a 27 euro in caso di duplicato. L’importo va pagato direttamente allo sportello, in contanti o tramite Bancomat.   Sarà sempre possibile esprimere il consenso alla donazione organi. Non è invece possibile scegliere tra carta di identità elettronica e carta di identità cartacea: d’ora in poi, infatti, la carta di identità “tradizionale” potrà essere rilasciata solo in alcuni casi specifici, molto limitati.

Il richiedente riceverà la nuova carta di identità elettronica all’indirizzo indicato in sede di richiesta (che può essere anche presso lo Sportello del Cittadino), all’interno di un’apposita busta, entro una settimana circa.  Quindi, d’ora in poi, occorre chiedere la carta di identità con buon anticipo: il rilascio non sarà più immediato.

Insieme al nuovo documento, arriveranno  anche un codice PIN e un PUK personali, utilizzabili per l’accesso a diversi servizi della Pubblica Amministrazione, in particolare per l’accesso a siti web e portali di servizi. Il nuovo documento, che nasce dalla collaborazione del Ministero dell’Interno con l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato nell’ambito dei progetti di digitalizzazione e innovazione, contiene un microprocessore per la conservazione in sicurezza dei dati anagrafici e biometrici. Va custodito evitando di piegarlo, o di esporlo a fonti di calore o di umidità.

Per approfondimenti è possibile fare riferimento allo Sportello del Cittadino di Via D’Oria 14/7 (tel. 0119218122 sportellodelcittadino@comune.cirie.to.it). E’ inoltre possibile trovare utili informazioni e istruzioni su www.cartaidentita.interno.gov.it.

Prima di Natale, i cittadini ciriacesi possono finalmente avere la carta di identità elettronica – dichiara il sindaco Loredana Devietti –. Abbiamo cercato di mettere in funzione al più preso i dispositivi forniti dal Ministero  per poter rilasciare il nuovo documento, che molti cittadini già ci richiedevano.  Unica cosa, occorre ricordare di richiederla per tempo, non è infatti più possibile rilasciarla subito allo Sportello. Gli uffici hanno fatto tutte le prove necessarie per evitare disagi, anche nei primi giorni di emissione del nuovo documento. Conto sulla comprensione dei cittadini per eventuali piccoli ritardi in fase iniziale, e invito chi volesse approfondire a rivolgersi allo Sportello del Cittadino, a disposizione per fornire tutti i chiarimenti necessari”.

L’emissione della carta di identità elettronica in sostituzione di quella cartacea rappresenta un ulteriore traguardo nel processo di innovazione e modernizzazione dei servizi che stiamo attuando”– aggiunge l’assessore all’Innovazione, Fabrizio Fossati –. Abbiamo già in previsione per l’anno prossimo l’attivazione di nuovi portali di servizi, oltre all’implementazione di un sito web completamente rinnovato e ancor più accessibile: tutto questo, sempre nell’ottica di un costante allineamento con le nuove tecnologie, finalizzato a fornire servizi sempre migliori, più semplici e accessibili, ai cittadini, alle aziende, ai professionisti che operano a Cirié”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

GROSCAVALLO. CAI al lavoro per il ripristino del sentiero 309

Domenica 14 luglio ventidue volontari dei CAI Torino, CAI Lanzo, CAI Venaria e CAI UGET …

MEZZENILE-BALME. Il Bivacco Gandolfo intitolato anche a Franco Giuliano

È stato intitolato anche all’alpinista di Mezzenile Franco Giuliano, che ha perso la vita nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *