Home / Torino e Provincia / Ciriè / CIRIÈ. “Il Comune cosa fa per le barriere architettoniche nel centro?”
L'inchiesta del 2017 de La Voce sulle barriere architettoniche nel centro

CIRIÈ. “Il Comune cosa fa per le barriere architettoniche nel centro?”

Non solo gli uffici della Polizia Municipale aperti o meno al pubblico. Franco Silvestro, per la prima seduta utile di consiglio comunale, ha presentato una sfilza di interpellanze (e una mozione).

Tra le più interessanti, una riguarda via Vittorio Emanuele, che sarà oggetto del progetto milionario di riqualificazione studiato dalla giunta Devietti. Silvestro riporta agli onori della cronaca il tema delle barriere architettoniche, già sollevato qualche mese fa da questo giornale e dal consigliere del Partito Democratico Federico Ferrara con un’inchiesta relativa alle difficoltà di mobilità delle persone in carrozzina. Il pentastellato si riferisce in particolare alle barriere architettoniche per entrare nei negozi.

Attualmente è in fase di progettazione la riqualificazione del manto stradale della via Vittorio Emanuele e dei portici limitrofi – scrive Silvestro nell’interpellanza -. Sulla via si affacciano moltissimi negozi, alcuni dei quali presentano barriere architettoniche che rendono l’accesso complicato o impossibile per le persone portatrici di disabilità. Questo tipo di problematica è stata specificamente individuata e analizzata in sede di progettazione delle opere di riqualificazione? Questa amministrazione, in occasione della importante e costosa riqualificazione dell’area, intende operare per eliminare definitamente tutte le barriere architettoniche esistenti, che rendono complicato o impossibile per le persone portatrici di disabilità, l’accesso alle singole attività insistenti sulla via?”. Risponderà in consiglio comunale l’assessore Alessandro Pugliesi.

Tra gli altri atti protocollati dal Movimento 5 Stelle, c’è poi una richiesta di informazioni sul progetto degli orti urbani in località Borche (terreni donati da un cittadino ormai due anni fa), sull’apertura del campo di basket della scuola media Viola alla cittadinanza dopo la sperimentazione terminata da alcuni mesi, sull’attrezzatura per i cantonieri che sembra deficitaria.

La mozione riguarda invece la realizzazione di parcheggi a strisce gialle davanti alla Viola. “Attualmente, a causa della realizzazione di opere sulla via, davanti alla scuola non c’è più il posto riservato ai  portatori di disabilità – spiega Silvestro -. Nell’attesa che le opere sulla strada vengano terminate, nulla vieta la realizzazione di uno o più parcheggi per i disabili mediante la tracciatura, anche temporanea, di strisce verniciante facilmente realizzabili ed economiche”. Il pentastellato chiederà l’impegno della giunta a realizzare i parcheggi gialli.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

CHIVASSO. Si rompe un tubo dell’acqua, disagi per 4 ore

Alle ore 18 di questa sera si è rotta una tubatura dell’acqua in corso Galileo …

Carcere Ivrea

IVREA. Carceri: detenuto tenta suicidio, salvato da agenti

Un detenuto italiano di 35 anni, in carcere a Ivrea per omicidio e per questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *