Home / Torino e Provincia / Ciriè / CIRIÈ. Devietti candidata a sindaco? L’ipotesi che fa tremare il Pd
Loredana Devietti potrebbe contare sulla "sponda" di Bili e D'Agostino

CIRIÈ. Devietti candidata a sindaco? L’ipotesi che fa tremare il Pd

C’è una suggestione che fa tremare il centrosinistra di Luca Capasso. Nasce nelle ultime settimane, dalla volontà di Loredana Devietti di scendere in campo e candidarsi. Una scelta che ha scombussolato non poco il quadro politico ciriacese. Perché, con la Devietti, diventa tutto un’incognita.

 

La suggestione? Una coalizione tra il centrodestra e il gruppo di Aldo Buratto e Guido Bili. Tutti a sostenere la candidatura a sindaco della Devietti, che con la sua civica avrebbe il compito di fare da collante tra le due anime politiche. I soggetti interessati non dicono molto. Ciò ch’è certo, è che diverse riunioni siano in corso.

“Io ho una visione della Ciriè che vorrei e, prima degli accordi politici, mi interessano i progetti, come d’altra parte interessano ai cittadini. In una politica che sta cambiando occorre guardare oltre gli schemi tradizionali – dichiara la Devietti -. In questi giorni ci confronteremo con realtà politiche e sociali nell’intento di trovare affinità e convergenze su un comune denominatore che deve essere il rilancio della città”.

 

Interessante capire se ci siano “affinità e convergenze” con Bili, Buratto e D’Agostino&co.

“Loredana Devietti? Ritengo che possa essere certamente un buon candidato a sindaco” dice Bili. Serve aggiungere altro? Buratto, invece, non rilascia dichiarazioni in merito. Il centrodestra, che oggi come oggi non naviga in acque particolarmente buone, è formato per ora da Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia. Il suo punto di riferimento – e anche l’unico che, “per responsabilità”, si è detto disponibile a candidarsi – è il consigliere Fdi Davide D’Agostino. “La Devietti? Per noi l’importante è costruire un’alternativa seria al centrosinistra – commenta D’Agostino -. Se l’idea è quest’ultima, e non quella di sfruttarci come autobus per arrivare in consiglio comunale, si può dialogare”.

 

L’attuale consigliere di Fratelli d’Italia aggiunge altro di significativo. “Di fronte alle difficoltà che ci sono per un progetto del centrodestra sostenuto da una civica – dice -, non escludo che le parti si invertano, cioè che possa essere una civica ad essere sostenuta dal centrodestra”. Se il centrodestra e le altre due compagini, correndo da sole, avrebbero poche chance di vittoria, il discorso cambierebbe col “gruppone”. E allora è certo che il PD – per evitare brutte sorprese alle urne – proverà a imbarcare la Devietti.

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. 16 ambulanti del mercoledì portano il Comune al Tar

CHIVASSO. 16 ambulanti del mercoledì portano il Comune al Tar. “Molti di noi non possono …

MONTANARO. Niente patronale, Pro Loco: “Non siamo pusillanimi!”

Agosto amaro, quest’anno a Montanaro. Poca gente può permettersi di andare in ferie e, per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *