Home / Torino e Provincia / Ciriè / CIRIÈ. Appiccano il fuoco in Municipio, caccia ai colpevoli

CIRIÈ. Appiccano il fuoco in Municipio, caccia ai colpevoli

Inizio da dimenticare per il “Palio dei Borghi” di Ciriè, giunto quest’anno alla dodicesima edizione. Un incendio di natura dolosa è scoppiato un quarto d’ora prima della mezzanotte di ieri, ovvero poco tempo dopo la conclusione della serata inaugurale della kermesse. Ignoti sono riusciti, utilizzando alcuni accendini e dei cubetti per il barbecue, a dare fuoco alle sedie che solamente una mezz’ora prima erano servite ai cittadini per assistere alla serata in via Martiri.

 

 

Sedie che erano state accatastate dagli organizzatori e posizionate nelle vicinanze di una porta che conduce alle torrette presenti al primo piano di Palazzo Civico. Complice la presenza di carta e molto materiale plastico, il rogo si è propagato in pochi minuti in altre zone del Municipio, danneggiando in maniera seria una soletta, rendendo pericolante una parte dell’edificio. Sul posto sono arrivate diverse autobotti dei vigili del fuoco, provenienti da San Maurizio – con quattro squadre – e dal comando provinciale di corso Regina a Torino, con altrettanti mezzi. In tre ore e mezza, i pompieri sono riusciti a circoscrivere e a spegnere l’incendio, dichiarando inagibile solo quella parte dove è stata danneggiata la soletta.

 

Ai carabinieri della Tenenza di Cirié, agli ordini del comandante Diego Mannarelli, spetterà il compito di chiarire quanto accaduto e capire chi possano essere stati gli autori di questo deprecabile gesto. Due le piste più accreditate: da una parte quella di un nuovo “scherzetto” di un piromane. Dall’altra quella di una sorta di “avvertimento” da parte di qualcuno in attrito con l’amministrazione comunale o con gli organizzatori del “Palio”.

 

I militari hanno per ore ascoltato alcuni testimoni che, parrebbe, hanno dichiarato come le sedie si trovassero molto vicine all’entrata del Municipio ma come lo stesso Palazzo Civico fosse chiuso a chiave. Gli autori dell’incendio, quindi, dovrebbero aver agito lanciando il combustibile attraverso le inferriate. Già nella mattinata di sabato, grazie all’alacre lavoro di amministratori, volontari e organizzatori, la zona è tornata pulita, come se nulla fosse mai accaduto. Anche se il “nero” sui muri ricorderà per molto tempo quell’incendio, così strano e misterioso.

 

 

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Scuole chiuse da lunedì. Piastra: “È un grave errore”

A partire da lunedì 8 marzo in Piemonte l’attività didattica di seconde e terze medie …

BRANDIZZO. Ipb: domani sciopero contro la chiusura dell’azienda

BRANDIZZO. Chiusura Ipb: domani sciopero davanti ai cancelli. I lavoratori della Ipb di Brandizzo, storica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *