Home / Sport / Altri Sport / CICLISMO SU PISTA. Viviani medaglia d’oro nella gara a eliminazione agli Europei

CICLISMO SU PISTA. Viviani medaglia d’oro nella gara a eliminazione agli Europei

E’ iniziato bene il Campionato Europeo su pista per i colori azzurri. Elia Viviani ha conquistato la medaglia d’oro sull’anello di Apeldoorn (Olanda) nella gara a eliminazione al termine della prima giornata. Il campione olimpico veronese ha corso con attenzione, rischiando solo alla terz’ultima eliminazione, quando tutti i corridori sono arrivati al fotofinish. Nelle ultime due sfide, Viviani non ha avuto problemi e nella finale a due, con il francese Bryan Coquard, ha dimostrato tutta la sua superiorità. Il bronzo è stato vinto dal polacco Filip Prokopyszyn. Per Elia un ottimo inizio in vista delle prove di venerdì nell’Omnium e di domenica nel Madison ed una maglia, la prima in questa specialità, da aggiungere al ricco palmares.

Quartetto uomini – 3’51″604 record italiano e conquista della finale per l’oro: Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Davide Plebani nelle qualifiche segnano un ottimo 3’53″934, registrando il terzo tempo. Al primo round contro la Gran Bretagna, secondo miglior tempo nelle qualifiche (3’53″219), gli Azzurri partono forte, mantengono il vantaggio e nell’ultimo chilometro resistono al ritorno della Gbr. E’ l’iridato dell’inseguimento individuale, Filippo Ganna, a guidare i compagni nel finale di gara registrando il nuovo record italiano in 3’51″604 e conquistando l’accesso alla finale per l’oro che si disputerà contro la Danimarca, che ha segnato un crono pazzesco di 3’58″762, molto vicino al record del mondo registrato dall’Australia ai mondiali del 2019 (3’48″012). Spettacolo assicurato giovedì serà qui in Olanda.

Grandissima la soddisfazione del CT Villa: “La caduta al primo giro al mondiale che ci ha fatto perdere punti preziosi ma ha fatto passare una brutta estate – ammette -. Questo risultato non è un punto di arrivo ma ci rende giustizia. Al mondiale avevo detto che la caduta ci aveva tolto una super prestazione e che avremmo potuto fare i 3’51”. Così è stato. Lo abbiamo confermato. Ora proseguiamo correndo con onore la finale. I Danesi hanno realizzato un tempo capolavoro ma noi proseguiamo sulla strada della qualificazione olimpica con sempre più convinzione: possiamo fare grandi cose”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SCI ALPINO. Della Mea tra le più attese sulle nevi di Levi

Fra le sei azzurre che prenderanno il via nello slalom femminile di Levi in programma …

SLITTINO. Ben 15 azzurri all’esordio in Coppa del Mondo

Con la Nations Cup di venerdì 22 novembre di scena a Igls (Aut) partirà ufficialmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *