Home / Edizione Ivrea / NUOTO. S.O.S. Nuotatori Canavesani: “Siamo in alto mare”
Giovanni Anselmetti della Nuotatori Canavesani

NUOTO. S.O.S. Nuotatori Canavesani: “Siamo in alto mare”

“Siamo in alto mare”. Giovanni Anselmetti, presidente e tecnico della Nuotatori Canavesani, non usa giri di parole. Il Coronavirus ha compromesso interamente questa stagione natatoria e rischia di rovinare anche la prossima. L’apprezzato allenatore eporediese, da anni tecnico responsabile della Nazionale Italiana Giovanile per la sezione salvamento, è amareggiato: “E’ davvero un bel casino, noi non riusciamo ad entrare in vasca. Io seguo una ventina di atleti di interesse nazionale e in questo periodo stiamo facendo attività al lago ad Anzasco, alternando i vari gruppi in differenti giorni di allenamento. Solo Francesca Pasquino, atleta di interesse olimpico, potrebbe presto tornare ad allenarsi in vasca allo Stadio del Nuoto di Torino, quando quest’impianto riaprirà. Per gli altri, al momento, tutto è fermo e la stagione è completamente saltata, buttata via”. La situazione è critica e di certezze ce ne sono poche, pochissime: “Nei giorni scorsi mi sono informato per le piscine di Ivrea, Chivasso e Biella: niente da fare. Ad Ivrea, il nostro
impianto natatorio di riferimento, fino a settembre per l’attività agonistica non se ne parla. Forse prima potrebbe riaprire al pubblico, bisognerà però vedere con che protocolli e quali misure, ma assolutamente ad oggi non si vede la luce in fondo al tunnel”.
“Come Nuotatori Canavesani – prosegue Anselmetti -, l’attività agonistica da sola non si copre le spese e vengono in soccorso i corsi di nuoto, ma da alcuni mesi ovviamente non abbiamo alcuna entrata. Tutti i principali appuntamenti stagionali del nuoto e del salvamento sono saltati, non abbiamo chiuso nemmeno la stagione invernale, figurarsi quella estiva. Viviamo in perenne attesa, in una sorta di limbo, sperando di ricevere presto buone notizie”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

RIVAROLO. La strage è durata un giorno. Lo svelano le autopsie

Cinque colpi di pistola per ammazzare quattro persone, in un arco temporale di almeno otto …

IVREA. Si scrive Zaky o Zaki?

Nei giorni scorsi, l’Amministrazione comunale, dopo essere stata sollecitata più e più volte da Rita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *