Home / BLOG / CHIVSSO. Anche Chivasso Futura tace sulle discariche…

CHIVSSO. Anche Chivasso Futura tace sulle discariche…

La creatura politica dell’ex assessore all’ambiente Gianluca Vitale, l’associazione “Chivasso Futura”, ha comunicato che intende partecipare alle prossime amministrative. Con un proprio candidato sindaco o appoggiando quello di un’altra lista. Ma guarda che sorpresa! Dov’era finita l’associazione di Vitale? Da tempo non se ne avevano notizie. Eppure ha un consigliere (Mimmo Scarano) e un assessore (Giulia Mazzoli) nell’amministrazione Ciuffreda. Il mistero lo svela lo stesso comunicato: “Negli ultimi due anni Chivasso Futura ha sospeso la sua attività politica anche in considerazione della non condivisione di alcune iniziative politiche, soprattutto in campo ambientale, messe in atto dall’attuale amministrazione”. Che cosa era successo due anni prima all’incirca? Era successo questo: nel 2014 la società SMC presenta il progetto Wastend, che prevede un ampliamento delle discariche di Chivasso. L’amministrazione di Libero Ciuffredae Massimo Corcione  è favorevole. “Chivasso futura” invece è contraria. Lo dichiara con un comunicato del novembre 2014, firmato dall’allora coordinatore Giuseppe Quaranta. Che cosa fa allora “Chivasso Futura”? Si getta nella lotta contro l’ampliamento senza guardare in faccia a nessuno “nell’unico e esclusivo interesse della città”? No, al contrario, chiude la baracca, se ne lava le mani per più di due anni, abbandona i poglianesi al loro destino. Salvo ricomparire guarda caso all’inizio del 2017, risvegliata all’improvviso dal profumo di elezioni, e forse di cadreghe.
Ma la furbata non è tutta qui. Non solo dal 2014 in avanti Chivasso Futura ha taciuto sulla questione discariche. Ha fatto di più, o di meno. Mentre l’associazione sospendeva l’attività, Mimmo Scarano e Giulia Mazzoli continuavano a starsene in  Comune a sostenere l’amministrazione Ciuffreda favorevole a Wastend.
Inoltre, se dal 2014 Chivasso futura ha “sospeso l’attività”, non l’ha certo sospesa nel suo complesso la multiservizi di Vitale. Che è rimasta attiva in altri campi. Rimane infatti attivissima l’associazione “Officina culturale”, presieduta dallo stesso Vitale, che organizza iniziative teatrali e culturali finanziate dal Comune. Tanto per fare qualche esempio. Gennaio 2015: 8.000 euro per la stagione teatrale “Orizzonti di scena”. Ottobre 2015: 6.000 euro per il centenario della prima guerra mondiale. Dicembre 2015: 600 euro per Natale a Chivasso. Marzo 2016: 8.000 euro per la stagione teatrale. Dicembre 2016: 610 euro per Natale a Chivasso più l’uso gratuito del teatrino civico, che altrimenti costerebbe 100 euro, e più 142 euro del service Blu Room risparmiati perché li paga il Comune. Gennaio 2017: 8.000 euro per la stagione teatrale.
Insomma, la corazzata di Gianluca Vitale non ama il progetto Wastend sostenuto dall’amministrazione Ciuffreda, ma non  disdegna i quattrini erogati dal Comune guidato dalla stessa amministrazione Ciuffreda.
Ora si avvicinano le elezioni e il braccio politico della multiservizi annuncia che entra in campo. “Chivasso Futura” correrà da sola, con un proprio candidato sindaco, o si collegherà ad altre liste? E a quali? La storia dell’associazione si è svolta all’interno del centrosinistra: lista a sostegno di De Mori nel 2011, Vitale assessore all’ambiente con De Mori, e poi lista pro Ciuffreda nel 2012. La ritroveremo, al primo turno o al ballottaggio, a fianco del centrosinistra che vuole Wastend?
A proposito di ambiente e discariche, dov’è finito il braccio ambientale della multiservizi, l’associazione “Ambiente Europa”? La troviamo nell’albo delle associazioni del Comune. Fa parte della Consulta ambientale istituita dal Comune, come risulta dal sito: il componente designato è Antonio Di Rocco, che nel 2012 era nella lista a sostegno di Ciuffreda, e il componente sostituto è Giuseppe Quaranta, che nel novembre 2014 firmò il comunicato contro Wastend di “Chivasso Futura”. Non ricordiamo recenti dichiarazioni di Ambiente Europa sulla questione discariche. Forse ci sono sfuggite. O forse anche Ambiente Europa aveva “sospeso l’attività”…

Commenti

Blogger: Piero Meaglia

Piero Meaglia
Rosso relativo

Leggi anche

IVREA. Scritte razziste in via Olivetti! Parla la ragazza presa di mira

Via da me i negri e le negre”, la scritta – incredibile ma vero –  …

VEROLENGO. La scomparsa di Pino Ricchiuti scuote l’intera comunità

“Pino era una persona buona, che il suo tempo lo dedicava  agli altri. E forse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *