Fabio Cipolla

#OgniGiorno di: Fabio Cipolla

Home / BLOG / CHIVASSO. Un aiuto alle fasce deboli

CHIVASSO. Un aiuto alle fasce deboli

Comunichiamo ai cittadini chivassesi che è attivo un contributo per le spese di riscaldamento, rivolto alle fasce deboli.

Il m5s è riuscito ad ottenere un innalzamento della fascia di reddito ISEE da 7000 a 8500 euro. Un piccolo risultato, abbiamo cercato di ottenere di più ma la maggioranza non era d’accordo.

Ricordiamo hanno diritto al contributo i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti: residenti nel comune di Chivasso da almeno due anni dalla data di pubblicazione del bando, residenza in immobile di categoria catastale A2, A3, A4, A5, A6 ed in possesso di una attestazione ISEE inferiore o uguale  euro 8.500,00.

Ricordiamo, inoltre, che per quest’anno non possono partecipare gli assegnatari di alloggio di edilizia residenziale pubblica.

I moduli per l’ammissione al contributo sono disponibili presso lo Sportello Unico Polivalente del Comune oppure dal sito internet del comune. Le domande, debitamente compilate, firmate e corredate dalla documentazione richiesta, devono essere consegnate: a mano al Protocollo presso lo Sportello Unico Polivalente in p.zza C.A. Dalla Chiesa, n, 4 (lun/mer/ven ore 9-12; mart. 9-11 e 15-17; sabato 9-11) oppure spedite tramite posta raccomandata A/R indirizzando a Ufficio Politiche Sociali, p.zza C.A. Dalla Chiesa n. 8 oppure via PEC a protocollo@pec.comune.chivasso.to.it, entro il 22 dicembre 2017.

Il MoVimento 5 Stelle è da sempre sensibile al tema del sociale, per questo motivo disponibile in ogni occasione a collaborare con l’amministrazione e contribuire, con proprie proposte, per migliorare la vita dei cittadini in difficoltà.

Commenti

Leggi anche

Metro

SAN MAURO. Torino presenta il tracciato della Metro2, un’opera antiTav?

Un percorso di 26,5 chilometri, suddiviso in 33 fermate, da Orbassano a San Mauro. Eccolo …

ROBASSOMERO. L’ultimo saluto a Paola Chianale

Sono giorni molto tristi per Robassomero. La scia di brutte notizie non si è fermata …