Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. Sulle perdite (48 milioni di euro) dell’Asl To4, interviene Ardissone
Lorenzo Ardissone

CHIVASSO. Sulle perdite (48 milioni di euro) dell’Asl To4, interviene Ardissone

In relazione agli articoli recentemente comparsi sugli organi di informazione ed alle preoccupazioni espresse agli stessi organi di informazione da una sigla sindacale ho a lungo riflettuto se dopo le interviste rilasciate alle testate che mi hanno contattato fosse, o meno, adeguato da parte mia redigere un comunicato stampa che potesse mettere un punto di chiarezza su di una materia complessa nella sua intera dimensione ma più secca e diretta negli esiti.

La premessa è che il finanziamento del servizio sanitario nazionale parte dalle assegnazioni del Governo centrale alle singole Regioni e poi da queste alle Aziende Sanitarie Regionali, alle Aziende Ospedaliere ed alle Aziende Ospedaliere Universitarie.

Le voci che vanno a determinare l’entità del finanziamento sono davvero tante, l’ammontare esatto di alcune delle quali non sempre si perfeziona con facilità e richiede tempi lunghi per la sua definizione esatta che è quella poi che si iscrive in entrata nel bilancio regionale ed in quello delle Aziende del Servizio Sanitario Regionale.

Succede, quindi , a volte che le tempistiche obbligatorie di approvazione dei bilanci, in particolare quelli di previsione, non si concili del tutto con la definizione esatta delle poste in entrata, che al momento del loro accertamento saranno poi trasferite prima al bilancio regionale e poi a quello delle Aziende nel corso dell’esercizio annuale.

Detto questo, come si evince dalla relativa delibera della Giunta Regionale ( DGR n.43-8607 del 22 marzo 2019) il consuntivo 2018 dell’Asl TO4 e di tutte le altre Aziende trova adeguata copertura.

Nell’ambito dei costi 2018 sono mantenute le poste di investimento che vedranno la loro realizzazione effettiva nel 2019/2020 e che riguardano lavori di messa a norma dei diversi Presidi Ospedalieri (quindi non evitabili), l’aggiornamento/sostituzione di tecnologie diagnostiche ed operative al limite della obsolescenza (che quindi andavano sostituite). Questi costi, quindi, non graveranno sugli esercizi 2019/2020 (oltretutto sono in gran parte finanziati con i risultati positivi di bilancio 2015/2016/2017).

Dal punto di vista della richiesta di prestazioni da parte dei cittadini residenti nell’Asl TO4, sia prodotte direttamente dall’ASL TO4, sia quelle usufruite dai cittadini residenti nella ASL TO4 presso altre Aziende Sanitarie ed Ospedaliere della Regione Piemonte (cosiddetta mobilità passiva infraregione) si rileva che le stesse sono state soddisfatte con un incremento dell’11% rispetto al 2017.

Per quanto riguarda tutta la tematica dell’assistenza territoriale, all’interno dell’equilibrio di bilancio è aumentato il numero degli inserimenti residenziali e semiresidenziali e delle prese in carico.

Il tetto di spesa del personale è stato rispettato.

Il valore della produzione è stato leggermente migliorato rispettando l’obiettivo Regionale.

Sempre nell’equilibrio di bilancio 2018 sono stati supportati investimenti nel settore informatico anche questi resisi indispensabili

Peraltro con i nostri uffici abbiamo verificato gli andamenti delle principali voci di spesa prendendo a riferimento la relazione della Corte dei Conti a Sezioni Riunite, relativa alla spesa pubblica 2018 e per la parte della sanità, rilevando la sostanziale sovrapponibilità degli andamenti Asl TO4 a quelli dell’intera Nazione Italiana.

 

Per quanto riguarda il previsionale 2019, lo stesso segue il suo iter di formazione così come nei passati esercizi e per i motivi sopradescritti.

Come nelle passate annualità è previsto un incontro con i dirigenti regionali  tra i mesi di giugno e luglio per l’aggiornamento della quota di finanziamento di tutte le Aziende Sanitarie ed Ospedaliere del Piemonte e non certo solo per la TO4.

Tenuto conto che la modalità 2019 è del tutto uguale a quella degli anni precedenti (e sempre per le motivazioni citate all’inizio) e visti i risultati degli anni precedenti (avanzi amministrazione 2015/2016/2017 e pareggio 2018) il percorso non sembra giustificare, al momento, le preoccupazioni esposte ai mezzi di informazione dal sindacato.

Vi ringrazio per l’attenzione e Vi prego di non pensare che io abbia voluto fare il professorino o incensare l’azione operativa dell’Asl TO4, so bene che tutto è migliorabile, ci mancherebbe ancora, né posso vaticinare il futuro del Servizio Sanitario Nazionale, ma sono convinto che possa servire un chiarimento su queste dinamiche così da rendere meglio lo stato delle cose, sia ai cittadini che a tutti gli operatori.

 

Dott. Lorenzo Ardissone

Direttore Generale ASL TO4

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO VITTONE. Voragine in strada, riaperta la statale 26

E’ stata riaperta, a senso unico alternato, la circolazione stradale sulla statale 26 della Valle …

CHIVASSO. Nasce a Torino il primo polo italiano dedicato agli E-Sports

CHIVASSO. Nasce a Torino il primo polo italiano dedicato agli E-Sports. Il mondo cambia, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *