Home / BLOG / CHIVASSO. Senso morale o faccia di tolla?
Chivasso

CHIVASSO. Senso morale o faccia di tolla?

Quasi mi dispiace tornare su una questione riguardo alla quale ho scritto tante volte. Ma l’interessato per così dire se l’è cercata. Pare che la faccenda non freghi a nessuno. In Italia siamo abituati a tutto. Tuttavia ci riprovo. La settimana scorsa questo giornale ha intervistato Renato Cambursano. Su Chivasso e sulla politica chivassese. Le domande erano generiche e permettevano all’intervistato di esprimersi su tutto quanto voleva. Ebbene, mi sembrano rimarchevoli un giudizio e una lacuna. Il giudizio è quello positivo sull’amministrazione in carica, alla quale Cambursano attribuisce “il recupero del senso morale del governo della cosa pubblica”. La lacuna è la solita: non una parola sulle discariche e sul rischio che vengano ampliate. Niente di niente sulla più grande questione ambientale della città.

Torniamo indietro al 2014. La società SMC e l’amministrazione chivassese hanno cominciato a presentare trionfalmente, a grandi linee, come un beneficio per la città, il progetto Wastend, che comprende un impianto di recupero dei rifiuti e un ampliamento delle discariche.

Per evitare che le “voci” arrivino prima della sua ai giornali, in autunno Cambursano scrive alla stampa locale e rivela: sì, SMC, proprietaria delle discariche di Chivasso, mi ha assegnato un incarico retribuito. Sono 20.000 euro lordi l’anno. L’incarico è quello di presidente dell’organismo di vigilanza interno della società. Come mai? Qualche mese prima SMC ha chiesto al sindaco Libero  Ciuffreda un consiglio: la società vuole  nominare a quella carica un chivassese, e chiede al sindaco un parere. Il sindaco – lo racconterà in consiglio comunale – riflette, prende in considerazione due nomi, che sono i due ex sindaci nonché ex parlamentari Andrea Fluttero e Renato Cambursano. Sceglie il secondo e ne “segnala” il nome a SMC. E SMC gli assegna l’incarico. Sono interessanti tre aspetti della questione.

PRIMO. La notizia dell’incarico non è stata resa nota al pubblico subito, né tantomeno nella fase delle conversazioni fra SMC e il sindaco. Gli interessati l’hanno data dopo, a incarico assegnato. E’ presumibile che fosse sconosciuta alla maggioranza dei cittadini. La conoscevano forse i soliti noti, i più addentro degli altri agli arcana imperii del Comune. Finché Cambursano ne ha scritto ai giornali e il sindaco ha illustrato gli eventi in consiglio: solo allora i cittadini di serie B, cioè quasi tutti noi, hanno saputo.

SECONDO. In quei mesi abbiamo chiesto copia dell’atto di nomina a Cambursano. Abbiamo tribolato un po’, ma poi Cambursano ce l’ha mandata. Però mancante della durata. Per cui nemmeno adesso sappiamo per quanti anni riceverà o ha ricevuto i 20.000 euro.

TERZO. Cambursano non è un cittadino comune estraneo alla politica chivassese e alle sue scelte. E’ un sostenitore dell’amministrazione in carica. Lo ha dichiarato lui stesso. Nel 2012 ha organizzato una lista a sostegno del candidato Ciuffreda, una lista che ha portato in consiglio il boschettese Domenico Barengo e Filippo Novello (poi dimessosi e sostituito dal montegiovese Piero Fassiano) e ha ottenuto un assessore nella persona della signora Claudia Buo.

Questa la storia. Perché la racconto? Anzi, perché la racconto per l’ennesima volta? Perché Cambursano è un sostenitore dell’amministrazione Ciuffreda, che è chiamata a esprimere il proprio parere sul progetto Wastend presentato da SMC. Ma Cambursano percepisce dei soldi da SMC. E’ una cosa seria? E’ un garbuglio coerente col “recupero del senso morale del governo della cosa pubblica”? Forse “senso morale” è una parola troppo grossa. Potremmo limitarci a parlare di opportunità.

E’ opportuno che una amministrazione che deve esprimersi su Wastend nell’interesse di tutti i cittadini sia sostenuta da un cittadino che riceve soldi (legittimante, non c’è nulla di illegale) dal proponente del progetto? Che ne pensano Cambursano, Claudia Buo, Domenico Barengo e Piero Fassiano?

Che ne pensano ne pensano anche tutti gli altri assessori e consiglieri, tutti ma proprio tutti, maggioranza e minoranza, centro sinistra e destra?

Commenti

Blogger: Piero Meaglia

Piero Meaglia
Rosso relativo

Leggi anche

CIRIÈ-GERMAGNANO. Storia a lieto fine per Bisulin, il cagnolino ha trovato la stabilità

(di Cinzia Fontana)   Bisulin ha finalmente trovato una famiglia che ha deciso di regalargli la …

BALANGERO. Chiude i gatti in stanza senza cibo, condannata una donna

Aveva chiuso i suoi tre gattini in una stanza senza cibo, al freddo e in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *