Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. ‘Ndrangheta: condannati Torino, sui magistrati ha ragione Salvini
'ndrangheta
'ndrangheta

CHIVASSO. ‘Ndrangheta: condannati Torino, sui magistrati ha ragione Salvini

“Ha ragione Salvini, questa è la magistratura italiana”. Così, alla lettura della sentenza, hanno commentato alcune delle persone condannate dalla Corte d’appello di Torino in un processo di ‘ndrangheta. La decisione dei giudici riguarda l’inchiesta ‘Colpo di Coda’ sulle infiltrazioni in Piemonte della criminalità organizzata.
La Corte ha inflitto sei condanne a sette anni di carcere e, al termine dell’udienza, alcuni imputati, insieme ai loro parenti in aula, hanno criticato l’operato dei giudici.
‘Colpo di coda’ fu un’indagine dei carabinieri che nell’ottobre del 2012 portò a 22 arresti. Quello che si è concluso oggi è l’appello-bis, ordinato dalla Cassazione nel 2017, per gli ultimi imputati.

Il processo si riferiva, in particolare, all’attività di una locale di ‘ndrangheta a Chivasso (Torino).
Gli imputati sono i fratelli Massimo e Walter Benedetto, Nicola e Antonino Marino e infine Michele e Salvatore Dominello, fratelli di Rocco, che è stato condannato – insieme al padre Saverio – nel processo “Alto Piemonte”, che fra l’altro rivelò le infiltrazioni nei gruppi ultras della Juventus.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. E adesso parla Cimadom: “Manital non è in perdita!” (intervista)

C’è un’azienda. Si chiama Manital. Ha i bilanci in ordine ma non riesce a pagare …

CHIVASSO. Luca Garritano, artigiano orafo a cavallo fra tradizione e innovazione

Nell’era della tecnologia e del virtuale, dove si sta sempre più perdendo il contatto con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *