Home / Edizione Chivasso / CHIVASSO. Massaggi bars ai bambini della scuola Dasso, parla il prof dell’Università: “Inorridisco all’idea”
Ermanno Vitale, Ordinario di Filosofia politica all'Università della Valle d'Aosta

CHIVASSO. Massaggi bars ai bambini della scuola Dasso, parla il prof dell’Università: “Inorridisco all’idea”

Access Consciousness che porta le sue fantasiose dottrine e pratiche – o meglio, le sue “balle gigantesche”, come le ha opportunamente definite Piero Meaglia – nelle scuole della Repubblica italiana, segnatamente, per quanto si sa, all’elementare Dasso di Chivasso. Che ci provassero c’era da aspettarselo: è proprio di queste “organizzazioni” tentare di fare proseliti, adepti, seguaci, chiamateli un po’ come volete. Internet ha molto aiutato questo genere di “commercio”: una volta questi personaggi dovevano battere una per una le fiere di paese per vendere le loro pozioni miracolose, e talvolta erano costretti a fuggire precipitosamente inseguiti da coloro che si erano resi conto di essere stati turlupinati. Era un lavoraccio: ora la rete, come una grande mamma, protegge ogni sorta di imbonitori da questi rischi. Ma del passa parola, del contatto diretto, non si può fare del tutto a meno, e dunque cosa c’è di meglio che incominciare con i più piccoli, i clienti del futuro, nella modalità apparentemente innocua del gioco?

I signori di Access fanno il loro business, e non spetta a me stabilire se dentro, fuori o ai margini della legalità. Neanche mi interessa, né mi interessa chiedere provvedimenti contro gli insegnanti che si sono, suppongo in buona fede, lasciati conquistare dal fascino dello “scorrimento dei bar”, o sapere se le procedure burocratiche relative a queste “visite” dei facilitatori di Access siano state formalmente corrette. Mi interessa invece, da un punto di vista culturale e pedagogico, capire come ciò sia potuto accadere, cioè per quale forma di superficialità o ignoranza qualcuno si sia lasciato convincere, e con lui tutti i colleghi e il dirigente (una volta si diceva il preside) che non hanno avuto nulla da obiettare a lasciar entrare varie volte nella loro scuola i “facilitatori” di Access. In internet si può essere raggirati ma si ottengono anche molte informazioni con il minimo sforzo, senza muoversi da casa. Ebbene, nessun insegnante o dirigente della Dasso ha dato un’occhiata alla notevole quantità di materiale che si trova in rete, su Access ma anche e soprattutto prodotto da Access medesimo? Credo che uno sguardo, sia pure rapido e superficiale, avrebbe dovuto permettere di rendersi conto e consigliare di lasciar perdere. Come prestare fede a signori che, per dirne solo una, ritengono che a proposito del terrorismo internazionale serva pronunziare la cosiddetta “frase di pulizia”, ossia una sorta di formula magica? Vale la pena di riportare per intero le parole di Gary Douglas, leader e fondatore di Access, con un passato in Scientology, così forse tutti potranno capire di che cosa stiamo parlando: “Nel dicembre 2015 Gary Douglas si è anche pronunciato sugli attentati di Parigi. Ecco il suo messaggio: Cosa hai fatto o detto in qualsiasi vita passata che permette al terrorismo di esistere? Tutto ciò che è, per dioziliardi di volte, distruggerai e screerai?  Giusto e sbagliato, bene e male, pod e poc, tutti e 9, shorts, boys e beyonds. Tutto ciò che hai fatto in qualsiasi vita passata che potrebbe contribuire alla creazione di questa follia, tutto ciò che è, distruggerai e screerai, per dioziliardi di volte?  Giusto e sbagliato, bene e male, pod e poc, tutti e 9, shorts, boys e beyonds. Quale energia, spazio e consapevolezza possiamo essere che permetterebbe a questo di non succedere mai più sulla Terra per tutta l’eternità? Tutto ciò che non permette questo lo distruggerai e screerai, per dioziliardi di volte? Giusto e sbagliato, bene e male, pod e poc, tutti e 9, shorts, boys e beyonds. Cosa hai reso così vitale e di valore riguardo al distruggere la gioiosa mancanza di consapevolezza che gli altri scelgono, che tu consideri la lotta per la consapevolezza sul pianeta Terra? Tutto ciò che è, distruggerai e screerai, per dioziliardi di volte? Giusto e sbagliato, bene e male, pod e poc, tutti e 9, shorts, boys e beyonds.  Sperando che questo elimini lo stress che tutti stiamo avvertendo. Inoltre, ti collegherai a tutte le persone che sono morte e le libererai con la frase di pulizia per le entità? Grazie per l’aiuto, Gary”(traduzione: Igor Andreotti).

Scusate, ma, detto francamente, se incontraste per strada qualcuno che si esprime così, che pronuncia frasi tanto sconnesse, cosa fareste? Gli affidereste i vostri bambini o pensereste che forse ha alzato un po’ il gomito?

Nello specifico, come trovare sensata la dottrina dei 32 punti sulla testa? A nessuno è venuto in mente di chiedere al proprio medico di base, o al farmacista, se ne avessero mai sentito parlare durante i loro studi universitari o ai corsi di aggiornamento? Non c’era bisogno di scomodare qualche luminare della medicina per ottenere le risposte utili a evitare questa figuraccia, di cui non solo gli insegnanti che di Access sono stati direttamente il cavallo di Troia dovrebbero vergognarsi. Dovrebbero vergognarsi tutti coloro che, ai piani superiori, hanno mancato di vigilare. Perché allora non invitare anche i terrapiattisti nelle scuole italiane a divulgare le loro credenze? Anche questi signori ritengono di portare evidenze scientifiche a sostegno della tesi per cui la Terra è piatta, ma non hanno nessun credito nella comunità scientifica nazionale e internazionale. O perché non invitare il “divino Othelma” al posto, o insieme, a Gary Douglas?

Si potrebbe replicare: in fondo che male hanno fatto? Alcuni “massaggiati” si spingono a sostenere che forse ne hanno tratto beneficio, sia pure senza sapere perché. E’ sufficiente rispondere che l’importante è trarne o credere di trarne un beneficio per giustificare pratiche come lo scorrimento delle fantomatiche barre? Ebbene, vi sono molte altre pratiche o sostanze che danno una sensazione di benessere, e si sa anche perché, ma non per questo sono spacciate come appropriate nelle aule delle nostre scuole. Almeno mi auguro.

Siamo seri. La “missione” della scuola della Repubblica, ossia il suo compito fondamentale, consiste, o dovrebbe consistere, nel contribuire a formare persone e cittadini informati e responsabili, in grado, fra l’altro, di non cadere in questo genere di trappole, dando credito a pratiche alla fine magiche, a dottrine del tutto infondate e irrazionali e a forme di superstizione dalle quali abbiamo impiegato secoli a liberarci. Alla Dasso, come insegnante mi spiace moltissimo dirlo, l’impressione è che si sia sottovalutato questo aspetto. A mio giudizio è questa sottovalutazione a costituire, nel lungo periodo, il danno più grave. A scuola non bisognerebbe far credere ai bimbi e alle loro famiglie che per risolvere tutta una serie di problemi – quali quelli indicati nel progetto relativo all’intervento di Access alla Dasso: tra gli altri, via massaggi bar si promettono “eliminazione o riduzione dell’aggressività e del bullismo”, “riduzione o scomparsa di incubi notturni e stati d’ansia”, e inoltre di “mal di testa, inappetenza, bulimia, febbre” – sia preferibile prendere queste scorciatoie, tanto facili quanto illusorie, anziché affrontare razionalmente, con pazienza e determinazione, prima le tappe della crescita e poi le difficoltà della vita adulta. Tutti abbiamo già fin troppe sollecitazioni a credere nelle facili illusioni da parte dei tanti imbonitori che popolano il mondo reale e quello virtuale: la scuola non dovrebbe essere un baluardo contro queste derive, anziché facilitarle?

Ermanno Vitale, Ordinario di Filosofia politica all’Università della Valle d’Aosta

 

 

 

 

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO TORINESE Ferrovie: sindaci Canavesana protestano, subito investimenti

In treno, ciascuno salendo alla stazione del proprio Comune, per ritrovarsi a Settimo Torinese. Protestano …

IVREA. Il visitor center? E’ una boiata pazzesca….! Perinetti e Comotto vogliono molto di più

Ivrea città patrimonio Unesco. A parole in tutti questi mesi ci si è riempita la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *