Home / BLOG / CHIVASSO. Maria Cicconetti ha presentato il suo libro alla sezione UILDM “Paolo Otelli”
La scrittrice Maria Cicconetti durante la serata di presentazione del suo libro "La foto che non c'è" presso la sede della sezione UILDM "Paolo Otelli" di Chivasso

CHIVASSO. Maria Cicconetti ha presentato il suo libro alla sezione UILDM “Paolo Otelli”

Nuova presentazione del libro “La foto che non c’è” per la scrittrice Maria Cicconetti. Stavolta su invito di Renato Dutto, presidente della sezione UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Il tutto è avvenuto nella sede di quest’ ultima, in via Paleologi 2 a Chivasso, giovedì 18 aprile.

Storia autobiografica della scrittrice che fa riflettere su temi importanti quali il perdono e la sua gratificazione, la sofferenza, la perdita, la malattia, il non arrendersi mai, il destino, l’abbandono, il cambiamento e l’ evoluzione. Temi non facili da trattare, una storia “tosta”, ma Maria riesce a raccontarla e a raccontarsi senza rendere pesanti il racconto e la lettura e cercando di trasmettere sempre e comunque messaggi positivi. La protagonista cade e ricade, ma si rialza sempre.

Renato Dutto ha introdotto l’ incontro parlando del libro, senza svelarne la trama e leggendone la prima pagina ai presenti, un pubblico di amici ma anche di persone curiose di conoscere questa storia. Vista la presenza dell’ editore Stefano Termanini, Dutto ne ha approfittato per chiedergli cosa lo avesse spinto a decidere di pubblicare quel manoscritto fra i tanti che arrivano a una casa editrice. “Mi ha colpito la forza di queste pagine, una forza intensa, reale e genuina – ha spiegato l’ editore –. Maria ha realmente vissuto ciò che racconta. In quelle pagine è forte il desiderio di trascendere il male, Maria non si lascia mai andare, anche quando sembrerebbe la cosa più facile, addirittura più naturale, da fare. E’ consapevole che la crescita, l’ evoluzione e il cambiamento sono qualità dell’ uomo” ha concluso Termanini.

Presenza importante e significativa durante la serata è stata, anche, quella di Alessandro Bena, past president della UILDM di Chivasso, che ha portato la sua intensa, forte e bellissima testimonianza. Maria Cicconetti lo ha pubblicamente ringraziato, in quanto è grazie a lui se lei ha capito tanto della sofferenza. “Non sono io che ho aiutato te, Alessandro. Sei tu che mi hai aiutato me” sono state le parole della scrittrice.

Storie e temi “tosti”, difficili, ma di cui è giusto e importante parlare, soprattutto per capire che nella vita non bisogna mai arrendersi.

Commenti

Blogger: Alessandra Sgura

Alessandra Sgura
Conosciamoli meglio

Leggi anche

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

IVREA. Dalla giunta del cambiamento alla giunta demo-pluto-giudaico massonica

Quando le voci cominciano a rincorrersi, insieme ai sorrisetti e ai mugugni qualcosa sotto c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *