Home / BLOG / CHIVASSO. L’Ascom cambia e sceglie Campanino

CHIVASSO. L’Ascom cambia e sceglie Campanino

Lo scorso giovedì 22 febbraio, alla presidenza dell’Ascom chivassese è stato dato un nuovo volto.

Alla guida è stato eletto Giovanni Campanino, 48 anni e titolare insieme alla moglie Orietta Carpentieri dell’attività di giochi educativi “Giocarpensando”.

La serata si è svolta secondo i piani, nonostante si fosse presentata una seconda candidatura, quella di Angelo Buo, ritirata poi durante l’assemblea.

Quarantaquattro i soci che si sono riuniti per eleggere il nuovo direttivo.

Dieci i consiglieri prescelti, coloro che accompagneranno il presidente in questo percorso.

In questa nuova “squadra”, così chiamata dal neo presidente, formata da Gianni Actis, Daniela Birolo, Daniela Buzio, Mario Fatibene, Luigi Gerra, Luca Graziano, Annarella Maccioni, Bruna Milanesio, Claudio Viano e Pamela Zitoli, la condivisione e la trasparenza faranno da guida.

E’ l’inizio di un nuovo capitolo, ma Campanino è un nome storico che si ripropone nella storia dell’Ascom di Chivasso.

Il padre Francesco è stato per molti anni nel direttivo cittadino dell’associazione, prima come consigliere con il presidente Adolfo Monti e poi come vicepresidente nel direttivo guidato da Italo Ortalda.

E quando chiediamo al presidente Campanino di raccontarci la motivazione che l’ha spinto ad una candidatura, ci dice: “Da alcuni anni, con il supporto del direttivo, di mia moglie e di altri operatori commerciali, portiamo avanti “La Grande Vetrina”, un progetto di riqualifica del Centro Commerciale Naturale, che è nato da una pagina facebook e che oggi coinvolge un centinaio di attività legate al commercio cittadino”.

E prosegue: “Per me la candidatura alla direzione di Ascom Chivasso si è presentata come una normale evoluzione del percorso che già avevo intrapreso. Ho chiesto di avere a disposizione un direttivo ampio, con persone volenterose e motivate per lavorare insieme a progetti concreti, rivolti al rilancio del commercio locale.

Sono convinto di aver assortito un’ottima squadra, composta da membri dotati di personalità ed esperienza”.

E tra il racconto e i tanti progetti in mente, ci espone il suo pensiero su come cercherà di fronteggiare l’apertura del grande centro commerciale Bennet, prevista per marzo: “Dobbiamo lavorare molto, affinché il Centro Commerciale Naturale di Chivasso rappresenti un’alternativa al Centro Commerciale che aprirà a nord della città.  Essere alternativi significa sviluppare progetti per migliorare la qualità, il servizio e l’accoglienza della clientela.  Realizzare e diffondere soluzioni innovative, basate sulla tecnologia e proporre eventi di livello in grado di porre i riflettori sulla città e sul centro storico. E’ mia intenzione collaborare a stretto contatto con l’amministrazione comunale e con le associazioni operanti sul territorio, perché credo che solo le sinergie e il lavoro di squadra siano fondamentali per ottenere dei validi risultati”.

Commenti

Blogger: Ivana Fontana

Ivana Fontana
L'essenziale è invisibile agli occhi

Leggi anche

CHIVASSO. La tabaccheria Cerato chiude alle 18 per solidarietà

Abbasserà le saracinesche alle 18 della sua tabaccheria Cristina Cerato, titolare della omonima tabaccheria di …

SETTIMO. La Sindaca Elena Piastra positiva al Covid19

L’annuncio è arrivato pochi minuti fa proprio da parte della prima cittadina. “Sono positiva. Così …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *