Home / Dai Comuni / SETTIMO TORINESE. La Casa della Salute è realtà
la casa della salute

SETTIMO TORINESE. La Casa della Salute è realtà

La Casa della Salute sarà inaugurata a settembre. Non c’è l’obiettivo è concreto, un punto di arrivo per partire bene dopo la pausa estiva. I settimesi avranno sotto casa ambulatori e specialisti per la cardiologia, otorinolaringoiatria, oncologia, ginecologia e consultorio. Un servizio che andrà a rafforzare quelli già attivi al poliambulatorio di via Leinì ed eviterà soprattutto ai pazienti più anziani di dover viaggiare per effettuare dei controlli periodici e spesso ravvicinati. Sembrava impossibile, quasi un sogno, fino a qualche anno fa. Presto, invece, sarà realtà.

Sabato 16 giugno, i primari dell’Asl To4 e (ex) To2, oltre ai direttore generali delle Asl provinciali, si sono presentati alla città durante la conferenza stampa inserita nella tre giorni di eventi intitolata “Buona salute”. Mancava soltanto Antonio Saitta, assessore regionale alla sanità, ma è stata ugualmente una giornata fondamentale per la storia cittadina: i migliori specialisti della zona, quasi tutti primari delle strutture ospedaliere con le loro rispettive equipe, saranno impegnati anche a Settimo. Questo significa poter accedere a visite specialistiche a chilometri zero, con la possibilità di accorciare i tempi di attesa in settori cruciali per le malattie croniche. Inoltre, sarà trasferita in via Santa Cristina anche la Guardia Medica e parte delle ambulanze della Croce Rossa, per eventuali trasferimenti d’urgenza.

A far da moderatore, c’era il sindaco Fabrizio Puppo in persona. Tra i relatori, c’erano l’assessore alla Sanità del Comune di Settimo, Rosa Catenaccio, Gabriella Gianoglio (amministratore unico della società Saapa), Teresa Bassani (direttore sanitario Ospedale di Settimo), Lorenzo Ardissone (Direttore Generale Asl To4), Valerio Fabio Alberti (direttore generale Asl città di Torino), Roberto Galassi (presidente cooperativa Frassati) e Antonino Calvani, presidente regionale Croce Rossa.

Saranno impegnati a Settimo i professori Giovanni Bersano (Cure palliative e terapie del dolore), Gaetano Senatore (cardiologia ed emodinamica), Libero Tubino (otorinolaringoiatria e patologie oncologiche della testa e del collo), Giorgio Vellani (Oncologia), Guido Vietti (Oncologia), Luciano Leidi (Ginecologia), Fabrizio Bogliatto (Responsabile servizio consultorio uroginecologico e prevenzione), Marino Caresio (Ortopedia), Michela Miletta (Ostetricia), oltre ad Eleonora Aloi, referente per l’organizzazione del personale delle professioni sanitarie ed infermieristiche.

Gli ambulatori saranno tutti convenzionati con il sistema sanitario nazionale e saranno facilmente accessibili, al piano terra. Un grande passo in avanti per questa struttura apprezzata da migliaia di pazienti.

All’esterno della struttura, la Croce Rossa ha allestito dei gazebo per informare i visitatori sui benefici della prevenzione, anche attraverso quiz e giochi, e un ambulatorio mobile per i controlli.

Per l’Ospedale di Settimo, inizia una nuova vita..

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

coronavirus

ASL TO4. Buco da 38 milioni di euro nel previsionale tecnico per il 2021. Ancora disastri….

E’ difficile passare da un disastro all’altro. Ci riesce –  e lo sa fare molto …

BAIRO. Il Presidente della Repubblica Mattarella scrive agli ospiti del Residence del Frate

Tra le tante lettere che ogni giorno arrivano al Residence del Frate, storica struttura di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *