Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. Il Lions Club Chivasso Host festeggia 50 anni

CHIVASSO. Il Lions Club Chivasso Host festeggia 50 anni

27 settembre 1969: a Villa Monfort 33 amici decidono di dare vita al Lions Club Chivasso scegliendo come Presidente Rolando Picchioni. Gli scopi sono ben definiti dalla organizzazione americana: aiuto alle fasce deboli, prevenzione sanitaria, interventi di sensibilizzazione con un occhio di riguardo alle patologie legate alla vista.

I Lions Chivassesi fin da subito iniziano un’attività di volontariato che ha un grosso impatto sul territorio tramite screening sanitari (rosolia e retinopatia diabetica poi affiancati da quello per il glaucoma), interventi a favore della neonata Fondazione per la ricerca sul Cancro, dell’Opera Pia, del Telefono azzurro. L’attività si concentra per unanime decisione sul territorio chivassese e nell’arco degli ultimi 50 anni si restaurano quadri, si stilano progetti di ristrutturazione e recuperi architettonici (la meridiana e il tetto del Duomo, San Bovo in Sala Consigliare e tanti altri).

27 settembre 2019: al Castello di San Giorgio sono più di 100 gli amici che si stringono intorno al Lions club Chivasso, ora diventato Host perché ha patrocinato la nascita del Lions Chivasso Duomo e del Leo Club, e al suo Presidente Armando Castello che ha voluto creare un evento che ha visto radunati soci fondatori, past President e soci che si sono alternati negli anni, sindaco e autorità lionistiche e militari. Le immagini di quanto realizzato nel tempo, grazie anche alla positiva risposta del territorio che ha contribuito alle campagne di raccolta fondi, si sono susseguite sullo schermo, ma il Presidente nel suo discorso ha accentrato l’attenzione di tutti sul futuro. Un futuro che vedrà ancora una volta il “cuore” di Chivasso al vertice degli interventi del Lions Chivassese: il rifacimento della facciata sinistra del Duomo. La campagna di sensibilizzazione è già attiva e chiunque potrà collaborare economicamente per la realizzazione dell’opera che si prevede avverrà nella primavera 2020.

Tre nuovi soci (Carlo Celesia, Piero Rosa e Giorgio D’Aprà), un nuovo grande progetto e tanti altri a favore delle scuole, dei disabili, campagne di prevenzione e tanto altro: una volontà di servizio che vede il Lions Chivasso Host proiettato verso il futuro.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

La specie è salva, ora la Regione dà il via libera al contenimento dei lupi

Il numero di lupi presenti in diverse zone del Nord Italia porta a pensare che …

Fibra ottica

VENARIA. Tim: 2,4 milioni di euro per l’internet ultraveloce

Tim avvia a Venaria Reale un innovativo piano di cablaggio che, con un investimento stimato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *