Home / Torino e Provincia / Castiglione Torinese / CHIVASSO. “Grazie agli eroi dell’Arma”. Tubino e gli angeli del lock-down

CHIVASSO. “Grazie agli eroi dell’Arma”. Tubino e gli angeli del lock-down

CHIVASSO. “Grazie agli eroi dell’Arma”. Tubino e gli angeli del lock-down. Non bisogna essere dei supereroi per migliorare la vita degli altri o per donarsi al prossimo, a volte è sufficiente indossare una divisa e con grande senso del dovere e spirito di responsabilità, metterci tanto cuore. E senza andare troppo lontano nel tempo, è quello che è accaduto nel periodo del lock-down, in cui la presenza delle Forze dell’Ordine è stata per la Lilt di Torino, l’associazione da sempre in prima linea per lotta contro i tumori, un aiuto molto prezioso.

“Tutto è nato nel periodo in cui si è manifestato il lock- down da Covid19, dove nessuno di noi poteva uscire di casa, se non per giustificati motivi – racconta la Dottoressa Donatella Tubino, verolenghese e presidente Lilt Torino – Questo è stato il momento in cui ci siamo appoggiati all’Arma dei Carabinieri, in particolare all’Ispettore del Lavoro, Brigadiere Giovanni Mirabella del Comando di Chivasso, al Maresciallo Americo Celani del Comando di Casalborgone, al Brigadiere Pierpaolo Coniglio ed al Comandante di Polizia Municipale Franco Lomater di Verolengo. Il loro supporto è stato importante, poiché loro potevano muoversi in tranquillità, potevano gestire le cose ed in modo semplice è iniziata questa collaborazione. Noi ordinavamo mascherine, guanti, igienizzanti, caschi cpap, saturimetri, tute ed altro materiale utile, che giungevano direttamente in Caserma a Chivasso e che poi loro si occupavano di distribuire all’Ospedale di Chivasso. Oppure in Verolengo con il loro ausilio, sono state consegnate le mascherine od ancora altro materiale, che è stato donato con molta generosità dalla Ci.ti.elle di Castiglione, a sua volta con il sostegno dell’Arma, riuscivamo a distribuire a chi ne aveva bisogno. Insomma da parte loro c’è stato davvero un grandissimo aiuto e supporto. – conclude Donatella Tubino – Se non fossero state presenti fin dai primissimi giorni, queste persone dell’Arma dei Carabinieri, non avremmo mai potuto fare tutto questo. Non li ringrazierò mai abbastanza”.

Un connubio perfetto quello tra la Lilt e le Forze dell’Ordine, che a piccoli passi han fatto grandi cose.

Un significativo gesto, compiuto da persone che con molta umiltà, ma con uno spiccato senso del dovere, hanno voluto fare qualcosa di più. Anche fuori orario, semplicemente per il piacere di farlo.

Una faccia bella dell’Arma, che mette in risalto ancora una volta quelli che sono gli eroi… i nostri Eroi del quotidiano.

Commenti

Blogger: Ivana Fontana

Ivana Fontana
L'essenziale è invisibile agli occhi

Leggi anche

Municipio ivrea

IVREA. L’improvvisazione al potere

Con tutti i media incentrati sull’emergenza covid proviamo ad accendere un faro anche sull’asfittica vita …

Il disastro ferroviario di Arè

IVREA. E ora RFI ha fretta di chiudere i sei passaggi a livello di Ivrea

Si è presentato trullo trullo e durante la riunione della commissione urbanistica ha fatto disporre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *