Home / BLOG / CHIVASSO. Discariche: un odg furbetto
discarica

CHIVASSO. Discariche: un odg furbetto

Nell’ordine del giorno sulle discariche, approvato all’unanimità il 31 luglio, sorprende e colpisce positivamente il primo degli “impegni” che il consiglio chiede al sindaco e all’amministrazione: “inviare a Città Metropolitana il parere negativo sul progetto Wastend…” specificando inoltre la contrarietà alla realizzazione di altre discariche o inceneritori sul territorio comunale.

Un’inversione a U rispetto alle posizioni dell’amministrazione precedente.

Ma letto con attenzione, e confrontato con l’odg che le opposizioni hanno presentato per prime, e poi ritirato, il documento non è del tutto convincente. Sembra volere nascondere le competenze del Comune, e quindi le sue responsabilità degli ultimi anni. Sembra che a decidere su Wastend, sui lavori di discarica, sul monitoraggio post chiusura, e soprattutto sulla bonifica in corso, siano quasi solo Città Metropolitana e Regione. Non è così. Al Comune non spetta solo calcolare l’entità delle garanzie finanziarie, gli compete molto di più. Sono in capo al Comune il procedimento e l’approvazione del piano di bonifica. E’ stato il Comune, svegliandosi un po’ tardi, a scrivere a SMC numerose lettere di sollecito e diffida, e alla Procura le “notizie di reato”. Si dirà: non stiamo a sottilizzare. L’obiettivo principale è stato raggiunto. Ma un documento – approvato da un consiglio comunale – evasivo e lacunoso circa le competenze delle varie istituzioni, non è una cosa seria. I consiglieri hanno firmato un documento impreciso sotto il profilo del diritto. Senza contare che in questo modo l’ordine del giorno assolve il Comune dalla lentezza con la quale ha reagito alle inadempienze di SMC.

Infine l’ordine del giorno non esige alcun impegno sulla questione della trasparenza: si “dimentica” di chiedere all’amministrazione di fornire continuativamente a cittadini e consiglieri tutte le informazioni, relazioni, atti, lettere ecc. che man mano il Comune acquisisce sulle discariche. Aggiungiamoci la roggia Campagna, e il risultato è questo: una bella furbata.

Commenti

Blogger: Piero Meaglia

Piero Meaglia
Rosso relativo

Leggi anche

CHIVASSO. Ciao Michele, vittima del Covid-19

“Uè piscitiè”! Era il modo affettuoso con cui Michele Vespoli, amava chiamare i suoi cari. …

CHIVASSO. Coronavirus, Doria: “Il mio impegno per combattere le fake news e dare una mano”

Un “peperino”. Un po’ qua e un po’ là. Dove c’è da dare una mano, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *