Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. Coronavirus, il punto: 38 contagiati, 3 morti. Una cinese dona 500 mascherine alla città

CHIVASSO. Coronavirus, il punto: 38 contagiati, 3 morti. Una cinese dona 500 mascherine alla città

CHIVASSO. Coronavirus, il punto: 38 contagiati, 3 morti. Una cinese dona 500 mascherine alla città.

Con un messaggio sul canale YouTube istituzionale del Comune di Chivasso, il sindaco Claudio Castello fa il punto sull’emergenza “Coronavirus” alla data di oggi, mercoledì 25 marzo.

QUI I DATI DI TUTTI I COMUNI A NORD DI TORINO

Ecco il testo del documento letto dal sindaco Claudio Castello:

Cari chivassesi,

Vi aggiorno sulla situazione dei contagiati nel nostro Comune. Ad oggi sono 38 le persone positive al virus, parte in isolamento domiciliare e gran parte in ospedale. Sono 50 le persone isolate per essere venute a contatto con persone positive n. 3 i morti (90, 78 e 88 anni), quelli cioè in cui nella causa di morte compare la positività al coronavirus.

Il Comune funziona, con tutte le restrizioni del caso e in soli 10 giorni sono oltre 70 i dipendenti messi in condizione di poter svolger lo smart working, il “lavoro agile” e per questo devo ringraziare l’impegno dei nostri tecnici informatici che hanno lavorato senza sosta giorno e notte. Voglio anche ringraziare la Segretaria Generale, i Dirigenti, i Funzionari e i dipendenti tutti per il grande senso del dovere che stanno dimostrando.

In questi giorni ho sentito gli albergatori locali che si sono resi disponibili ad ospitare nelle proprie strutture pazienti in isolamento, qualora se ne ravvisasse la necessità. La risposta è stata positiva e calorosa. Li voglio ringraziare di cuore.

Come promesso il 19 marzo, i controlli sul territorio sono stati intensificati e per questo ringrazio i Carabinieri, la Guardia di Finanza e la nostra Polizia Locale che con la collaborazione della Protezione Civile stanno presidiando il territorio.

Non abbiamo i dati sul numero di quelli effettuati dalle altre forze dell’ordine, anche se so che sono stati tanti, ma per quanto riguarda la Polizia Locale, negli ultimi 5 giorni sono stati effettuati 265 controlli, di cui 164 si riferiscono a parchi, esercizi commerciali e assembramenti in aree pubbliche e 101 sono le autocertificazioni acquisite che saranno controllate nei prossimi giorni.

Anche se alcuni segnali sull’andamento della pandemia sembrano essere incoraggianti, non bisogna abbassare la guardia. State a casa. E’ ancora troppo presto per pensare che sia finita e anche quando lo sarà, dovrà essere un processo lento e graduale. Per cui occorre prepararsi psicologicamente a questi periodi lunghi che ci attendono.

A proposito di questo problema che sta cominciando a manifestarsi nella popolazione, vi informo che la nostra Azienda Sanitaria TO4, attraverso il proprio Servizio di Psicologia della Salute, ha attivato “Condividiamo”, un servizio telefonico con personale esperto e qualificato a supporto di adulti e di genitori.

Le informazioni sugli orari ed i numeri telefonici li trovate sul nostro sito internet che, vi ricordo, è aggiornato in tempo reale ed è il canale di informazione ufficiale della nostra Amministrazione.

In questi giorni siamo in contatto con i dirigenti scolastici dei plessi Chivassesi per verificare eventuali problemi che riguardano la disponibilità di connettività, in modo da poter verificare la situazione ed intervenire su eventuali criticità nell’accesso alle lezioni online da parte di qualche studente della nostra città.

Oltre alla solidarietà espressa nei giorni scorsi da Sindaco della Città palestinese di Betlemme Anton Salaman , un’altra città con noi gemellata ha voluto esprimere la vicinanza. Mi ha chiamato in teleconferenza il Sindaco della città polacca di Przemysl che mi ha chiesto come potessero rendersi utili per aiutarci. In questi giorni la mia segerteria e quella di Wojciech Bukan, sono in contatto per definire i generi che abbiamo individuato in mascherine, termometri e presidi e vestiario di protezione per i medici di famiglia e il personale medico e paramedico delle strutture sanitarie di Chivasso.

Una nostra concittadina di nazionalità cinese ha fatto pervenire ieri, alla nostra Protezione Civile, un pacco con 500 mascherine.

Ci sono gruppi di cittadini che stanno attivando canali di finanziamento per la Croce Rossa di Chivasso e mi hanno chiesto di poter utilizzare l’immagine del quadro custodito nell’ufficio del Sindaco, questo quadro: “La vaccinazione” un olio su tela dipinto nel 1894 dal pittore chivassese Demetrio Cosola. Ho accettato volentieri di patrocinare questa iniziativa e ritengo la scelta del soggetto, per questa raccolta di fondi, particolarmente azzeccata. “La Vaccinazione” del Cosola è un quadro che ci rappresenta e che ricorda come il nostro Comune fu tra i primi comuni italiani a rendere obbligatoria per tutti i propri cittadini la vaccinazione contro il vaiolo.

Come vedete le espressioni di solidarietà alla nostra città arrivano da molte parti e ci riempiono il cuore.  Un sincero e profondo grazie a tutti.

Dopo aver ricordato l’impegno di medici, paramedici e personale tutto, ogni giorno impegnato in prima linea, voglio fare oggi un ringraziamento speciale e lo voglio fare a tutti voi, voi che rispettate le regole e che state a casa.

Voi che non andate a fare la spesa tutti i giorni, voi che controllate la fondatezza delle notizie che circolano sui social e non condividete le “bufale”, voi che vi adoperate per unire le persone e non per dividerle.

Voi che avete capito la gravità della situazione e fate la vostra parte, democraticamente e civilmente.

Chivasso sta rispondendo bene all’appello!

Grazie a voi Chivasso ce la farà!

Grazie per il vostro senso di responsabilità e per la cura che avete per voi stessi e per la comunità chivassese.

Questo mi conforta e ci ripaga dell’impegno che anche noi stiamo mettendo. Grazie”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. “Come fotografare il tuo bambino con il cellulare”: i preziosi consigli dei fotografi di “Vanilla Images”

Lunghe giornate a casa in questo periodo, paura, incertezza e ansia. Per tutti, chi più …

VENARIA. Coronavirus: parrucchiera continua a lavorare, multata. Con le dipendenti…

VENARIA. Coronavirus: parrucchiera continua a lavorare, multata. Con le dipendenti… Quando gli agenti della Guardia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *