Home / BLOG / CHIVASSO. Ciuffreda: come quel pesce di nome “Wanda”
ciuffreda pensieroso
Il sindaco di Chivasso, Ciuffreda

CHIVASSO. Ciuffreda: come quel pesce di nome “Wanda”

E’ già passata una settimana ma, da Palazzo Santa Chiara, non è arrivato nulla. L’amministrazione comunale si è occupata di tante cose, ha mandato in stampa decine di comunicati sul festival della legalità, sulle giornate della trasparenza, sulla cultura e sul sesso degli angeli, ma sulle baracche no, non ha avuto il tempo di scrivere alcunchè …

E dire che sarebbero bastate due righe. Del tipo: “Sì! E’ tutto regolare” oppure “No! Non è regolare un bel niente!”.

Sarebbero bastate, ma sarebbe troppo pretenderle da Libero Ciuffreda, un sindaco che, dal 2012 in avanti, nonostante tutto, si è erto a paladino di una fantasmagorica superiorità della razza “centrosinistra” sull’intera classe politica nostrana.

E in quest’ottica, scusate se è poco, la baracca “Scinica” diventa un monumento artistico dedicato alla lotta alla mafia, l’architettura del futuro, un buon esempio di riutilizzo della terra per contrastare la fame nel mondo, un modello insomma da seguire e perseguire.

Nell’archivio dei contrasti alla criminalità non organizzata e ai palazzinari, correva l’anno 2008 o giù di lì, quell’altra baracca, dell’allora consigliere comunale Demetrio Modafferi di Forza Italia, cresciuta come un fungo in strada per Montanaro, all’insaputa degli Ufo, dei vigili urbani, dell’ufficio tecnico, dell’Arpa, della polizia stradale e dei carabinieri, una storia peraltro di cui questo giornale si era occupato, negli stessi termini di oggi.

E arriverà il giorno in cui Ciuffreda sarà costretto a parlarne. Al prossimo Consiglio comunale, non a caso, grazie ad un’interrogazione presentata dal grillino Marco Marocco. Ed è come se già lo vedessimo. Si presenterà in aula, con la relazione dell’ufficio tecnico e com’è sua abitudine ce la decanterà sottolineando, virgole, punti, pause, parentesi graffe e curve. Solo questo… nient’altro.

E non dirà nulla che potrebbe metterlo in difficoltà. Leggerà e si siederà, restando poi muto come quel pesce di nome Wanda. Un sindaco da oscar, insomma.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

CHIVASSO. Julio Trujillo porta la “movida latina” a Chivasso con la sua “Tremenda Gozadera”

Julio Trujillo, nativo del Perù ma residente a Rondissone e ormai in Italia da vent’anni, …

Da sinistra Paolo Vettori ed Enzo Castenetto in versione scopa

TRAIL RUNNING. Paolo Vettori confermatissimo nello staff del 2° Trail delle Colline

Confermata la data di svolgimento del 2° Trail delle Colline, in programma domenica 11 ottobre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *