Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. Ciclabile a norma? Indaga la Corte dei Conti

CHIVASSO. Ciclabile a norma? Indaga la Corte dei Conti

Sopralluogo dei tecnici del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture in corso Galileo Ferraris. Lo scopo: verificare se la pista ciclabile appena realizzata rispetta o meno il Codice della Strada e altre norme. L’intervento era stato richiesto da Massimo Rubin, carabiniere in pensione ed attivista di Legambiente.

Nella sua lettera, il chivassese aveva sollevato molti dubbi e mandato al Ministero un’ottantina di fotografie dell’opera realizzata durante l’amministrazione di Libero Ciuffreda.

Doppio senso di marcia non protetto in rettilineo – denuncia Rubin e doppio senso di marcia non protetto in rotatoria. Mancanza di segnaletica verticale di fine tracciato pista ciclabile, verniciatura segnaletica orizzontale su manto stradale di asfalto in condizioni di degrado manutentivo molto avanzato e su segnaletica precedente non adeguatamente cancellata”. Inoltre, non sarebbe stata rispettata la norma che impone, in mancanza di elementi in elevazione della pavimentazione, di separare la pista ciclabile dalle corsie di marcia con “due strisce continue affiancate, una bianca di 12 cm di larghezza e una gialla di 30 cm distanziate tra loro di 12 cm; la striscia gialla deve essere posta sul lato della pista ciclabile”.

Scritto, fatto. Il Ministero non ha perso un minuto di più ed ha subito inviato i suoi tecnici per un sopralluogo, cui hanno partecipato anche alcuni dipendenti del Comune, gli autori del progetto definitivo-esecutivo, che sono professionisti esterni, e, appunto, Rubin.

I rappresentanti del Ministero scriveranno ora una relazione e la manderanno al Comune, alle autorità competenti e allo stesso attivista di Legambiente. Ai tecnici del Ministero Rubin ha anche consegnato copie delle delibere e determine comunali dalle quali si ricava la spesa prevista dell’opera: 200.000 euro.

Sto valutando di spedire tutta la documentazione alla Corte dei Conti – ha spiegato l’ambientalista di Legamente ai presenti – in modo che la magistratura contabile possa verificare la congruità della spesa sostenuta dal Comune”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

NOLE. Due nuovi agenti per la Polizia Municipale

È salito da 3 a 5 il numero degli agenti della Polizia Municipale, guidata dal …

NOLE. Dopo lunghe indagini arrestato il piromane di Nole

Nel giugno scorso un’Audi A6, regolarmente parcheggiata in via Garibaldi a Nole, venne distrutta dalle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *