Home / Torino e Provincia / Chivasso / CHIVASSO. Candidata alle politiche? Perché no!
Matilde Casa, sindaco di Lauriano

CHIVASSO. Candidata alle politiche? Perché no!

E’ il personaggio del momento. Senza ombra di dubbio. Matilde Casa, sindaco uscente di Lauriano, la scorsa settimana ha fatto parlare di sè mezza città. Il caso della sua “candidatura-non candidatura” nella lista del candidato alla segreteria del Pd Pasquale Potenza è senza dubbio uno degli aspetti più “grotteschi” di un congresso dei democratici che non è ancora riuscito a partorire il proprio segretario.

Non credo ci sia stata malafede in quello che è successo. Ci siamo capiti male… – spiega, seduta per un caffè al tavolino della “Torteria” di piazza d’Armi, di buon mattino -. Appena ho visto il mio nome in lista, ho chiesto e fatto mettere a verbale di essere tolta. E’ finito tutto così. Certo, questa approssimazione un po’ mi preoccupa, ma tant’è…”.

Matilde Casa, 54 anni, mamma di una figlia quasi diciottenne, due mandati come sindaco del suo paese, è uno dei personaggi politici in ascesa nel chivassese.

E’ stata vice presidente del Parco del Po, prima del commissariamento dell’ente, caldeggiato da lei stessa. E’ rappresentante della zona omogenea del chivassese al Consiglio della Città Metropolitana.

E’ presidente dell’assemblea dei sindaci del Consorzio Acquedotto del Monferrato ed è rappresentante della Città Metropolitana nella conferenza dell’Ato 5.

Infine, non da ultimo, è “Ambientalista dell’anno 2016”, premiatacon il “Luisa Minazzi” a Casale Monferrato da Legambiente. Il riconoscimento è giunto successivamente alla battaglia legale vinta e intentata dall’architetto Pietro Lapenna per la variante al Piano regolatore numero 8, con la quale in un terreno si volevano costruire una quarantina di villette.

Quella variante, con cui un terreno da edificabile tornava ad essere agricolo, le costò una denuncia, conclusasi con l’assoluzione, per abuso d’ufficio.

Quella storia è oggi nel libro “Il suolo sopra tutto”, che la stessa Casa sta presentando in tutto il nord Italia.

Allora Matilde, partiamo dalla fine: il prossimo anno si vota per il rinnovo del Consiglio comunale nel tuo paese. Che fai, ti ricandidi?

Ci sto pensando. Vorrei veder realizzata l’Unione dei comuni collinari, a cui abbiamo iniziato a lavorare dopo le ultime elezioni. Un progetto ambizioso, che coinvolge tutti i Comuni da Verrua a Castagneto Po. Mi ricandiderei volentieri per proseguire su questo progetto e farmi da parte tra qualche anno…

A Chivasso, dopo il congresso del Pd e la tua “arrabbiatura”, c’è chi già vede uno scontro tra te e Gianna Pentenero alle politiche 2018. Un affaire tra donne, insomma, tutto interno ai democratici. Fantapolitica?

(sorride) Ho un anno in più di Gianna, se io sono il nuovo che avanza siamo a posto.

Ma se ti chiedessero di candidarti al Parlamento, rifiuteresti?

E’ una cosa che posso prendere in considerazione, ma prima di rispondere dovrebbero rivolgermi la domanda…

Hai preso la tessera del Pd da qualche settimana. Perché?

Perché credo sia giunto il momento di dare il mio contributo. In un momento di forte crisi dei partiti, c’è bisogno di una riforma. Che può avvenire solo dall’interno dei partiti, e non da fuori. Di sicuro, con il clima che si respira intorno al Pd, non è una scelta opportunistica. Tesserarsi oggi non vuol certo dire salire sul carro dei vincitori…

A proposito di vincitori. Quello che sta succedendo a Chivasso, con la vittoria non vittoria di Corcione al congresso, non è un bell’esempio da dare.

Penso che il segretario debba essere Corcione. I voti sono andati in questo senso. Purtroppo, in Italia, manca la cultura della sconfitta. Mi auguro che si mettano d’accordo: certo, affidare la responsabilità della scelta del segretario del Pd ai sindaci, non mi pare una buona cosa.Per me non è corretto.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

VENARIA. Si è spento Renato Striglia, voce storica di Radio Flash

VENARIA. Si è spento Renato Striglia, voce storica di Radio Flash. Chi è un amante …

MONTEU DA PO. Raffaella, medico e mamma: “Le mascherine a scuola? Possono far danni”

MONTEU DA PO. Raffaella, medico e mamma: “Le mascherine a scuola? Possono far danni”. Raffaella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *