Home / Torino e Provincia / Chiaverano / CHIAVERANO. Sesso e assembramenti, il sindaco chiude la Piatta
piatta del lago sirio
piatta del lago sirio

CHIAVERANO. Sesso e assembramenti, il sindaco chiude la Piatta

Negli ultimi giorni su quel pontile nato per attraccare le barche è successo di tutto.
In pieno lockdown aveva fatto scandalo la foto dei due pizzicati a fare sesso tutti nudi, in pieno giorno sulla “piatta” del Lago Sirio.

Ma hanno fatto discutere anche gli assembramenti denunciati dal sindaco non appena le misure di contenimento sono state allentate.

In queste ore la Questura ha chiamato il sindaco Maurizio Fiorentini invitandolo a prendere provvedimenti: “Mi hanno segnalato anche loro il problema relativo agli assembramenti. Le auto della Polizia, passando hanno visto la situazione”.

Fiorentini non è più disposto a tollerare: “Sto per firmare l’ordinanza con cui chiuderò la piatta per tutto il week-end – dichiara il sindaco aggiungendo: “Per ora solo per questo week-end, ma sono pronto a chiuderla per tutta la stagione estiva. Avevo provato a dirlo con le buone, ma non ha funzionato. Ora passo alle maniere forti”.

Il problema è nato non appena le misure di contenimento sono state allentate.

Dal 18 maggio ci si può muovere liberamente ed è possibile, oltre che fare attività sportiva e motoria, anche sostare e prendere il sole.

“Tuttavia, tutto ciò è possibile nel rispetto assoluto delle disposizioni di sicurezza” puntualizza il sindaco Maurizio Fiorentini che aggiunge: “Tali misure prevedono una distanza minima di un metro e la mascherina nel caso di distanza inferiore, a meno che non si tratti di persone conviventi”.

Ma ecco cosa accade sulle sponde del lago Sirio, là dove pochi giorni fa, in pieno lockdown, una coppia aveva dato sfoggio delle proprie prestazioni sessuali in pino giorno, sulla piatta.

“Nel pomeriggio di oggi alla “piatta” queste disposizioni non erano per nulla rispettate – sbotta Fiorentini – persone molto vicine, quasi totale assenza di mascherine. E’ evidente che il via libera del 18 maggio da molti è stato male interpretato come un “ora faccio quel cavolo che mi pare”. Ma non è così. Le disposizioni sono in vigore e vanno rispettate, non tanto perché in caso contario si rischia una pesante sanzione ma soprattutto perché ne va della salute di tutti”.

Insomma, per Fiorentini ormai è chiaro che, finché ci saranno misure di contenimento da far rispettare, sul Sirio quest’estate gli toccherà fare il bagnino e anche un po’ lo sbirro.

“Da domani mattina scatterà il divieto. Metteremo i sigilli all’area. Chi li violerà dovrà risponderne. Carabinieri e Polizia mi aiuteranno nel controllo dell’area e garantiranno il rispetto delle regole”.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

SETTIMO VITTONE. Voragine sulla Statale 26, chiusa la strada Torino-Aosta

Anas ha chiuso la statale 26 per la Valle d’Aosta, in entrambe le direzioni, oggi, …

Alberto Baesso capogruppo di maggioranza

TORRAZZA. Caro Baesso, raccontaci tutto

Su “La Nuova Periferia” di mercoledì 3 giugno il consigliere di maggioranza Alberto Baesso ribadisce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *