Home / Torino e Provincia / Chiaverano / CHIAVERANO. La Chiesa Parrocchiale sarà illuminata
Sul paese svetta il campanile della Chiesa Parrocchiale

CHIAVERANO. La Chiesa Parrocchiale sarà illuminata

Da molti anni a Chiaverano sia i cittadini sia L’Amministrazione comunale hanno considerato, senza successo, l’importanza per il paese di illuminare  nelle ore notturne la chiesa Parrocchiale…

Un desiderio che oggi potrebbe diventare realtà.

C’è un progetto, realizzato dal Rotary Club presieduto dall’ingegner Gabriele Mazza con un team di esperti.

Il progetto ha trovato la disponibilità di alcuni soci come Mario Parodi (contatti con la Curia e il Comune), Lorenzo Faletto (prefazione, inquadramento storico), Massimo Ottogalli (rilievo di campagna e restituzione), Enrico Papa (rilievo di campagna e restituzione), Francesca Mannina (rilievo di campagna e restituzione), Antonio Gassino (domotica), Giampiero Enrione (gruppo tecnico).

Obiettivi  quello della  fruizione del luogo per i  cittadini e, data la posizione altimetrica della chiesa,  quello di  rendere visibile il complesso urbanistico che la comprende da ogni punto dell’arco morenico.

Con le professionalità dei Soci il progetto risultava  carente, però, della parte illuminotecnica: competenze trovate presso il  Politecnico di Torino, con il coordinamento della Professoressa

Anna Pellegrino, residente a Pavone Canavese, responsabile del Denerg -Dipartimento Energia,

Membro effettivo del Collegio di Architettura e Membro effettivo del Collegio di Ingegneria Energetica.

La professoressa ha incaricato  per il coordinamento del progetto due giovani ricercatori:

Paragamyan Argun e Lodovica Valetti.

Il lavoro ha prodotto un ‘modello’  ripetibile  per realizzare  progetti di illuminotecnica di luoghi e strutture storiche e di pregio con una valutazione eseguita dall’architetto Lisa Accurti,  responsabile territoriale della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del nostro territorio.

Ai due giovani ricercatori, lo scorso maggio, è stata anche consegnata una borsa di studio di mille euro  caduna durante una serata aperta al pubblico della Chiesa parrocchiale arricchita da  intermezzi musicali  con  il prezioso organo  offerti dall’ottimo organista Sandro Frola e si concluderà con un conviviale Vin d’Honneur.

La Chiesa, ricostruita nel 1744 in forme barocche, è affiancata da uno splendido campanile in pietra lavorata alto ben 65 metri. Nella lunetta esterna del piccolo loggiato si trova un affresco tardo-trecentesco raffigurante una Madonna con Bambino tra Santi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

CAREMA. Un malore improvviso strappa alla vita l’ex sindaco Giovanni Aldigheri

Aveva 67 anni anni il vicesindaco Giovanni Aldigheri e nulla che facesse presagire la tragedia. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *